Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Il M5S boccia il Dup: "Ancora edifici popolari in una città che ha 3500 alloggi sfitti"

"E' evidente che non è più un’opportunità produttiva realizzare alloggi in un contesto cittadino che ha sovrabbondanza di alloggi vuoti e liste di attesa lunghe"

Il M5S cesenta fa un resoconto dell'ultimo consiglio comunale cittadioni: "Il 30 settembre a Cesena si è svolto un consiglio comunale decisamente corposo che merita analisi dettagliata".

Spiega il M5S: "Piatto forte del giorno il DUP (Documento Unico di Programmazione). E’ un continuo ripetere le medesime parole; i programmi sono sempre gli stessi a parte ovviamente le modifiche dettate dalle contingenze; le priorità variano a seconda delle opportunità e dell'opportunismo del momento; Ci diciamo sempre le stesse cose e sembra che i problemi da risolvere e le priorità siano ogni volta novità; ma non è così; e questo non un bel segno. Dettagliando, nel 2018 (ma anche prima) avevamo puntato il dito su alcune problematiche della città in quanto a investimenti e programmi e si discuteva di: progetto sicurezza telecamere MAN: allora priorità di prima fascia indispensabile per la sicurezza della città; primo e più importante deterrente alla delinquenza; poi sappiamo come è finita; oggi 2021 : priorità derubricata a 3a fascia ma ancora fonte di spesa anche se sappiamo essere uno strumento quasi inutile alla prevenzione dei reati - 500 mila € il finanziamento, ancora troppo secondo noi; sarebbe molto meglio destinarli ad altro, es. costituire postazione a disposizione di tutte le forze dell’ordine alla stazione seguendo l’esempio di Reggio Emilia; eliminazione barriere architettoniche PEBA questo già nel 2017; veramente un refrain infinito che ci trasciniamo dietro da non si sa quanti anni; anche allora facemmo interpellanze e interrogazioni; e allora come oggi nelle risposte dell’assessore molta buona volontà ma poco risultato; ci troviamo indietro molto indietro, in tutte le componenti del progetto (fermate bus, predelle bus, percorsi bus) e anche oggi 2021 le somme destinate sono irrisorie nonostante la priorità di fascia 1 appena 150 mila euro".

"Sono presenti altri progetti e azioni che vediamo ormai da tempo - prosegue il M5S - come la realizzazione nuovi alloggi ERP -  - 1.600.000 euro (ancora e sempre alloggi, in una città che ne ha 3500 sfitti e non incentivati; ancora edifici popolari?) Poi irrompono prepotentemente i due progetti faro di questa fase amministrativa il PINQUA cioè rigenerazione del Roverella 14 milioni 913.671euro, varrebbe la pena di pensare ad altre soluzioni, ad es. destinare questo complesso monumentale ad altri usi (es museali-culturali), perché vale come per ERP e per il Novello: è evidente che non è più un’opportunità produttiva realizzare alloggi in un contesto cittadino che ha sovrabbondanza di alloggi vuoti e liste di attesa lunghe; non si aiuta così il problema casa; perché i costi sono troppo alti per il cittadino, all’occupazione servono incentivi efficaci. Poi la rigenerazione della stazione ferroviaria e piazzale Sanguinetti 10 milioni euro. Doveva essere la priorità numero uno per Cesena, doveva da tempo e invece abbiamo dimostrazione che si è sopratutto perso molto tempo in fantasticherie varie a cominciare dai murales e dai cestini, senza considerare che le aree a rischio vanno bonificate pensando prima di tutto ad attrezzarle ad hoc per le ore di minima frequentazione affinché non rimangano cattedrali nel deserto fuori dalla fruibilità collettiva e preda dei soliti gruppi borderline. Il M5S di Cesena ha un programma che è diverso, non sono queste per noi le soluzioni ai problemi della città e di chi la vive. Per questi motivi il M5S di Cesena ha votato no a questo punto del consiglio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il M5S boccia il Dup: "Ancora edifici popolari in una città che ha 3500 alloggi sfitti"

CesenaToday è in caricamento