I Popolari per Cesena: "No al decreto sicurezza, siamo vicini al vescovo"

"Desideriamo prendere posizione nei confronti del recente comunicato, firmato dal nostro Vescovo Douglas in qualità di delegato della Conferenza episcopale regionale per il servizi della carità e dai direttori delle Caritas regionali, sul cosiddetto “decreto sicurezza” del Governo Salvini-Di Maio-Conte."

"Desideriamo prendere posizione nei confronti del recente comunicato, firmato dal nostro Vescovo Douglas in qualità di delegato della Conferenza episcopale regionale per il servizi della carità e dai direttori delle Caritas regionali, sul cosiddetto “decreto sicurezza” del Governo Salvini-Di Maio-Conte. E’ un gesto coraggioso perché va controcorrente, in un momento in cui molti si rinchiudono in se stessi, alzando muri e guardando al “diverso” da noi come fonte di indebita intrusione e pericolo". E' quanto si legge in un comunicato congiunto firmato dai Popolari per Cesena.

"Sembra non sia molto popolare oggi la “pratica” della solidarietà e dell’accoglienza verso chi è povero e svantaggiato. Ma al nostro Vescovo non interessa seguire e assecondare (come spesso fanno molti politici e politicanti di oggi)  quello che è il “sentire” del momento, ma “In un momento di confusione e disorientamento pensiamo che la Chiesa debba avere il coraggio di essere se stessa …”. Noi condividiamo in pieno il giudizio negativo nei confronti del “decreto sicurezza”, fiore all’occhiello della Lega e in particolare del suo leader Salvini, perché costringe le amministrazioni locali a mettere sulla strada persone già in estrema difficoltà e precarietà, con la conseguenza di aumentare l’insicurezza e la disgregazione sociale"

"Noi immaginiamo invece una società che accolga, integri, valorizzi le diversità, nel rispetto della legalità e di regole e valori condivisi. Raccogliamo dunque, con umiltà e responsabilità, l’invito a batterci contro questa legge e ad utilizzare l’obiezione di coscienza nei confronti di norme che richiedono il non rispetto della vita delle persone. Il nostro auspicio è che l’appello del nostro Vescovo possa essere accolto da tutta la comunità cristiana cesenate e anche, a livello politico, dal gruppo di cattolici che ha deciso di schierarsi localmente con la Lega, il partito che sta promuovendo questo clima di chiusura, di individualismo, di nazionalismo, che non è nelle corde di noi cattolici e soprattutto di noi Italiani" si conclude la nota, firmata da Gilberto Zoffoli, Maurizio Fantini, Mirella Ravaglia, Francesco Biguzzi ed Eugenio Fantozzi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento