Guiduzzi (M5S): "Marani cacciato perché è in conflitto di interessi"

Copione scritto tra le pieghe delle quintalate di post che si susseguono su facebook per chi non avesse ancora chiaro la profonda spaccatura tra la consigliera Guiduzzi e il principe dei dissidenti

E' l'ennesima puntata della sfiziosa telenovela a cinque stelle. Copione scritto tra le pieghe delle quintalate di post che si susseguono su facebook per chi non avesse ancora chiaro la profonda spaccatura tra la consigliera Guiduzzi e il principe dei dissidenti. In un messaggio pubblico la consigliera stellina rende note le motivazioni che hanno portato alla cacciata del pentastellato.

“Marani – si legge - stava usando il m5s per ottenere un ritorno personale. La dimostrazione è oggi sotto gli occhi di tutti. Sta usando la sua "carica" di vice presidente di quartiere (eletto coi voti del m5s) per promuovere ed ottenere il patrocinio comunale per progetto Bas, progetto che lo anche vede beneficiario di quella pubblicità e di quel patrocinio essendo lui socio fondatore di una delle cooperative che fanno parte della rete Bas. Questo - conclude - a casa mia si chiama conflitto di interessi ed è un comportamento figlio della politica che noi ci vantiamo di combattere. Una persona che usa la politica per i propri interessi, nel movimento è fuori posto”.

Ma a quanto risulta, Marani è stato epurato prima della nascita delle rete Bas. L'interessato nella conferenza di presentazione del progetto ha specificato che il patrocinio del quartiere è non oneroso e che "l'adesione è stata approvata in consiglio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre Marani è al centro di una contesa tra Pd e Pdl. Gli azzurri non hanno digerito il comunicato di solidarietà che i consiglieri Pd hanno espresso nei suoi confronti alla luce della cacciata. L'opposizione ci ha visto una "mossa" per inserire Marani tra le proprie fila strumentalizzando la questione per blindare sotto la propria bandiera presidenza e vicepresidenza di quartiere. Invece tra le fila del M5S ci vedono la prova dell'inciucio con i democratici. Marani non si sa con che simbolo si può presentare visto che quello del Movimento gli è stato revocato; questione ancora non affrontata in consiglio. Insomma, se luce è stata fatta tutto resta chiaro come la notte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento