Gozzoli (Pd) lo mette nero su bianco: "Inciuci? No grazie"

Risponde al M5S: "Rifiuto categoricamente le insinuazione del M5S circa un presunto inciucio del Pd con l’amministrazione né tantomeno con il Pdl. I nostri interventi in consiglio lo testimoniano sufficientemente"

“Durante lo scorso consiglio comunale – afferma il capogruppo Pd Matteo Gozzoli – io stesso, prima che si aprissero gli interventi dei consiglieri, ho chiesto all’amministrazione il ritiro del comma relativo all’accordo di programma ambito 1 del comparto delle colonie di Ponente, in quanto come consiglieri eravamo all’oscuro del progetto che l’amministrazione aveva presentato alla provincia. Il gruppo del Pd è intervenuto duramente, criticando il metodo con cui l’amministrazione e il sindaco Buda stanno gestendo il progetto della Città delle Colonie di Ponente e criticando lo stravolgimento del Masterplan che di fatto è stato ridotto da un progetto di riqualificazione di un’intera area della città ad una lottizzazione”.

“Proprio per questi motivi – continua Gozzoli – rifiuto categoricamente le insinuazione del M5S circa un presunto inciucio del Pd con l’amministrazione né tantomeno con il Pdl. Il gruppo del Pd ha lasciato l’aula al momento del voto in segno di protesta verso la gestione con la quale Buda e la sua amministrazione stanno procedendo sula Città delle Colonie. Come partito abbiamo ritenuto doveroso non partecipare al voto anche per sollevare in città l’attenzione sul silenzio che avvolge i progetti per il quartiere di Ponente, ritenendo che – essendoci una maggioranza- il solo voto negativo non avrebbe prodotto alcun risultato esterno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi il capogruppo dei democratici conclude: “ Queste insinuazioni da parte del Movimento 5 Stelle sono prive di qualsiasi fondamento, i nostri interventi in consiglio e la nostra uscita pubblica lo testimoniano sufficientemente. Ricordo al M5S e ad Alberto Papperini che i laboratori partecipativi che invocano per Ponente, l’amministrazione di centrosinistra gli aveva attivati proprio perché c’era la consapevolezza che un progetto di così grande valenza dovesse essere condiviso con la cittadinanza, le associazioni e le categorie. Questa verità storica però il M5S non la cita perché non gli è utile per i propri fini propagandistici.”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento