Politica

Galeazzo Bignami escluso dalla Festa dell'Unità, Buonguerrieri (Fdi): "Attacco strumentale ad un politico stimato"

"L'esclusione di Galeazzo Bignami dalla Festa dell'Unità a Bologna è emblematica del modus operandi del Pd e della mentalità faziosa di tanti esponenti del partito che governa la Regione”

"L'esclusione di Galeazzo Bignami dalla Festa dell'Unità a Bologna è emblematica del modus operandi del Pd e della mentalità faziosa di tanti esponenti del partito che governa la Regione". Così Alice Buonguerrieri, commissario di Fratelli d'Italia di Cesena e vice-commissario provinciale commenta la vicenda che vede protagonista il deputato bolognese, prima invitato al dibattito sulle riforme istituzionali alla festa del Pd e "poi rimosso dal programma con strumentali e vergognosi argomenti".

Lo stop sarebbe arrivato direttamente dal segretario Enrico Letta, dopo le critiche che sono nate ricordando un episodio di qualche anno fa: la pubblicazione di una foto del 2006 in cui un giovane Bignami posava in costume nazista ad una festa.

"Un attacco ignobile alla credibilità di un politico stimato da tanti, fuori e dentro il nostro partito, e ciò che lascia più stupiti è che l'esclusione sia maturata proprio all'interno della segreteria di Enrico Letta - prosegue Buonguerrieri - A leggere le parole degli esponenti del Pd, delle sardine e dell'Anpi c'è da rimanere sconcertati. A Bignami va tutto il nostro appoggio, siamo sicuri che al dibattito sulle riforme istituzionali avrebbe potuto dare un contributo competente e originale, come è nel suo stile. Peccato per i dem, a farci una figuraccia sono proprio gli organizzatori della Festa dell'Unità: o la pensi come loro oppure uno non è degno di partecipare al dibattito", conclude Alice Buonguerrieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galeazzo Bignami escluso dalla Festa dell'Unità, Buonguerrieri (Fdi): "Attacco strumentale ad un politico stimato"

CesenaToday è in caricamento