Politica

Fondi del Pnrr per il recupero dell'abbazia del Monte? Si spera in quelli destinati alla Regione

La parte di fondi del Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnrr) stanziati per il patrimonio religioso è limitato alle chiese di proprietà dello Stato

La parte di fondi del Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnrr) stanziati per il patrimonio religioso è limitato alle chiese di proprietà dello Stato (tra cui non vi è l'Abazia di Santa Maria a Cesena), ma intravvediamo una possibilità di azione in una piano nazionale di investimenti pari a 1,76 miliardi di euro collegati al Pnrr su cui è possibile che il governo consulti le Regioni. Se così sarà diremo quali sono le nostre priorità e le le nostre indicazioni, ma allo stato attuale il coinvolgimento delle Regioni sul Pnrr e sulla Cultura in generale non è molto forte".

Così l'assessore alla Cultura Mauro Felicori ha risposto ai temi posti dalla consigliera Lia Montalti (Pd) in merito agli strumenti che la Giunta intende mettere in campo per concretizzare l’arrivo di contributi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza a favore del patrimonio artistico e culturale e in particolare per garantire la messa in sicurezza dell'Abbazia Santa Maria del Monte di Cesena. Felicori ha anche ipotizzato che la Regione possa usare i fondi europei di competenza regionale per "salvare" l'Abazia, ma è bene che venga fatto prima uno studio di fattibilità. Allo stesso tempo l'assessore alla Cultura ha ricordato l'esistenza dell'Art Bonus, invitando la comunità cesenate ad attivarlo anche come strumento di autopromozione dei territori.

"Quello della messa in sicurezza dell'Abbazia del Monte di Cesena è uno dei temi che sta molto a cuore a tutti i cittadini, reputo doveroso portarlo all'attenzione dell'Assemblea legislativa e della Giunta. Non si tratta di una sensibilità che è solo dei cesenati, ma è di valore nazionale e internazionale: l'Abazia conserva un patrimonio unico di 704 tavolette votive ex voto, alcune delle quali risalgono al XV secolo. Stiamo operando, insieme al Comune, perché tutto questo sia riconosciuto come patrimonio dell'Unesco, così come è di grande valore la biblioteca", spiega Montalti, che, chiede di capire se vi siano possibilità di accesso per l'Abazia all'utilizzo dei fondi per Pnrr per la sua messa in sicurezza.

Montalti, alla luce delle parole del rappresentante della Giunta, ha spiegato come sarà sua premura proporre lo strumento dell'Art Bonus, ha ricordato come sia già stato attivata una raccolta fondi da parte dei cittadini, ma ha anche detto chiaramente che "quando ci sono interventi così rilevanti da fare la buona volontà dei cittadini non basta, è bene quindi che si presidino i fondi nazionali in materia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi del Pnrr per il recupero dell'abbazia del Monte? Si spera in quelli destinati alla Regione

CesenaToday è in caricamento