Fiume Savio, la pulizia dell'alveo non è al momento tra le priorità

La pulizia dell'alveo del fiume Savio, nel tratto tra San Piero in Bagno e Bagno di Romagna, è stata al centro di un'interrogazione del consigliere regionale Luca Bartolini del Pdl

La pulizia dell'alveo del fiume Savio, nel tratto tra San Piero in Bagno e Bagno di Romagna, è stata al centro di un'interrogazione del consigliere regionale Luca Bartolini del Pdl, alla quale ha risposto l’Assessore alla Sicurezza territoriale e difesa del suolo Paola Gazzolo. L'assessore ha fatto presente che "sarà cura del Servizio Tecnico monitorare l'evolversi della situazione, e compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili e con le priorità già individuate, provvedere alla programmazione degli interventi che si rendessero necessari".

Sottolinea Bartolini: "Dalla risposta dell’Assessore è emerso inoltre che per i lavori di manutenzione straordinaria nei corsi d’acqua dei bacini di tutta la Romagna, su uno stanziamento di 700.000,00 euro, solo 120.000,00 euro sono stati stanziati per l’intero territorio cesenate e che il tratto oggetto della interrogazione non è stato considerato come ambito di maggior criticità".

"Non reputandomi ovviamente soddisfatto della risposta - ha aggiunto l'esponente del Pdl -, ho fatto presente all’Assessore come sia fondamentale una periodica manutenzione dei fiumi per evitare che in futuro accadano a valle delle esondazioni che,  oltre a mettere a rischio la vita dei cittadini, anche economicamente  costerebbero non dieci ma ben cento o mille volte in più delle cifre necessarie oggi per la semplice  manutenzione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bartolini ha inoltre "suggerito, senza però ottenere risposta, di chiedere aiuto al mondo del volontariato e dei privati che potrebbero contribuire alla pulizia delle piante infestanti cresciute lungo l’alveo dei fiumi, regolarizzando però questa procedura senza che gli stessi rischino addirittura, come oggi avviene, di vedersi recapitare dei verbali dagli enti preposti al controllo dei fiumi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento