Politica

Ferri (Rivoluzione Civile): "Colpire la malavita. E far cassa"

Arcangelo Ferri in quota a Rivoluzione Civile ha spiegato la proposta di legge La Torre-Ingroia. Attualmente è candidato alla Camera e ha illustrato la ricetta per colpire i capitali della malavita

Arcangelo Ferri in quota a Rivoluzione Civile ha spiegato la proposta di legge La Torre-Ingroia. Attualmente è candidato alla Camera e ha illustrato la ricetta per colpire i capitali della malavita per farli rientrare in tempi più brevi nelle disponibilità dello Stato. Un passaggio possibile grazi eall'istituzione di un Alto Commissariato che ha il compito specifico di scavare sul terreno del binomio malavita-denaro. “la corruzione e l'evasione ci costano 180Miliardi di euro”. Qunte cose si potrebbero fare con quei soldi?.

Il progetto è quello di sfruttarli per le strutture sanitarie, il welfare in generale, la sicurezza delle scuole. Non per abbattere il deficit. Alla razionalizzazione dei servizi e della giustizia dell'ultimo governo si risponde con una razionalizzazione delle spese con una croce sopra gli F35. “Basta uno per alimentare l'Alto commissariato per anni – ha detto – una struttura che conta agenti delle forze dell'ordine e Pm e che in alcuni casi può sostituirsi al ministro degli esteri e della giustizia”.

Lo slogan è quello di “mettere le manette ai capitali e non alle persone”  e puntare su una macchina operativa che, a regime, promette di abbassare a 120 i giorni dopo i quali i beni della malavita passano allo stato. «Adesso la media supera i 700». Un organo che, in determinate circostanze, può sostituirsi al ministro degli esteri e della giustizia come nei casi di rogatoria internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferri (Rivoluzione Civile): "Colpire la malavita. E far cassa"
CesenaToday è in caricamento