rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica Verghereto

Elezioni a Verghereto, Bernabini (Lega): "Noi la vera alternativa"

E’ l’opinione di Moreno Bernabini, candidato sindaco a Verghereto per la Lista della Lega Nord, sul programma presentato dall’ex vice sindaco Federico Sensi, anch'egli aspirante alla carica di primo cittadino

“Un copia e incolla del programma di cinque anni fa, condito con una spruzzata di nuove tecnologie telematiche che, tuttavia, scaldano poco chi invece si aspetta azioni concrete e non promesse virtuali”. E’ l’opinione di Moreno Bernabini, candidato sindaco a Verghereto per la Lista della Lega Nord, sul programma presentato dall’ex vice sindaco Federico Sensi, anch'egli aspirante alla carica di primo cittadino.

“Ci chiediamo che cosa abbia fatto in concreto Salsi quando era in Giunta per realizzare le promesse di allora e se non si renda conto che alla gente di montagna più che assistere alle sedute di Consiglio in streaming, interessino azioni concrete per risolvere i problemi reali del nostro territorio - afferma Bernabini -. Siamo stanchi di promesse: le stesse che hanno fatto l’assessore regionale Raffaele Donini e la consigliera regionale Lia Montalti, venuti a sostenere Sensi nel suo tour elettorale dicendo che nei prossimi anni i territori montani potranno contare su alcune risorse europee. In realtà, si tratta di affermazioni virtuali, come quelle di Sensi che addirittura afferma come nei prossimi mesi dovrebbe realizzarsi un “intervento robusto di manutenzione e messa in sicurezza per l’E45”, oltre a “novità” nel campo delle connessioni in rete”.

“In realtà, sull’E45/E55, che rappresenta una priorità, non si è spesa la Regione Emilia-Romagna, né l’Unione dei Comuni - chiosa il candidato del Carroccio -. Al di là di poche frasi buttate qua e là, si comprende bene come da Bologna ci sia imbarazzo su questo tema e come anche Paolo Lucchi, alla guida dell’Unione, abbia messo il silenziatore. Noi riteniamo che quello delle infrastrutture sia uno dei temi più importanti per evitare lo spopolamento e l’impoverimento dell’area appenninica. Anche il candidato Enrico Salvi non è da meno. Si presenta come una novità per il nostro territorio, mentre rappresenta un passato di consociativismo che si ripropone. Che credibilità, dunque, possiamo attribuirgli? Io credo poco alle promesse virtuali, a progetti futuribili e a fondi ipotetici".

"Sono convinto che ci sia da lavorare molto all'interno dell’Unione, per dare la possibilità ai Comuni montani di fare massa critica in diversi settori di estrema importanza per noi, ma deve anche essere chiaro che Cesena non può, nè deve arrogarsi un ruolo di centralità che penalizzerebbe tutta la Valle - aggiunge -. Così come ci saranno da verificare i temi dei costi. A un anno circa dalla nascita dell’Unione ci sembra che i costi a carico del Comune di Verghereto siano aumentati anziché diminuire e i servizi non siano migliorati. A fronte di questa situazione chiediamo ufficialmente spiegazioni esaustive, anche perché ci sembra che l’apparto burocratico e istituzionale dell’Unione nasconda con slide e belle frasi una verità assai più preoccupante del suo stato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Verghereto, Bernabini (Lega): "Noi la vera alternativa"

CesenaToday è in caricamento