Elezioni, Sirotti Gaudenzi: "Necessario riqualificare l'offerta commerciale agricola"

L'agricoltura è una grande malata del 'Sistema Cesena' e da più parti, specie durante questa tornata elettorale, se ne parla di come risolvere i suoi problemi che sono tanti considerato che la città da sempre è stata polo agricolo conosciuto

L'agricoltura è una grande malata del 'Sistema Cesena' e da più parti, specie durante questa tornata elettorale, se ne parla di come risolvere i suoi problemi che sono tanti considerato che la città da sempre è stata polo agricolo conosciuto e stimato in tutt' Europa, adesso arranca ai margini del mercato. Ne parliamo con l'avvocato Enrico Sirotti Gaudenzi che oltre ai codici non disprezza i campi e la loro produzione.  

Cosa ne pensa dell’attuale condizione dell’Agricoltura?

Tutto il settore agricolo sta attraversando da diversi anni una fase di grave criticità. Quando penso all’agricoltura attuale, spesso e volentieri, riaffiorano in me tanti ricordi in quanto ho trascorso i primi decenni della mia vita in collina dove è situata anche l’azienda agricola di famiglia. Qui ho imparato come i terreni, ed in particolare le vigne, fossero considerate da sempre “sacre” anche se oggi, purtroppo, per i costi di gestione vediamo “espiantare” numerosi vigneti. Nell’azienda di famiglia, da ragazzo mi sono cimentato in alcuni lavori che mi hanno permesso di conoscere meglio il settore agricolo. Ancora oggi, quanto l’attività professionale me lo permette, mi piace salire sul trattore per fare qualche lavoretto che, a mio avviso, come tutte le attività svolte in mezzo alla natura, allontana lo stress e le tensioni della routine quotidiana!

Come pensa che si sia adoperata l’amministrazione comunale in questi anni?

Negli ultimi anni l’amministrazione comunale non ha rivolto alcuna attenzione all’agricoltura che rappresentava il fiore all’occhiello del nostro territorio. Nel cesenate le tante aziende agricole, fino a diversi anni addietro, conferivano grandi quantità di prodotti ai numerosi magazzini di frutta; oggi, al contrario, i proprietari di terreni sono costretti – spesso e volentieri - a mantenere i campi puliti e privi di ogni coltura per evitare di rimetterci somme considerevoli di denaro!
Mi permetto poi di sottolineare come le nuove generazioni di agricoltori stiano scomparendo; proprio per questo si devono attuare strumenti che possano agevolare i giovani riducendo costi, imposte e burocrazia.

Quali proposte potrebbero agevolare questo settore?

Sarebbe necessario un progetto che riqualificasse l’offerta commerciale per rivalutare i nostri prodotti. Ritengo, per esempio, che il nostro Sangiovese di Romagna nulla debba invidiare al Chianti! La crisi economica, inoltre, ha comportato la importazione nel nostro territorio di vini  che hanno un costo molto più basso e, proprio per questo, si debbono mettere in campo misure per agevolare la produzione e la vendita dei nostri prodotti. Sarebbero necessario, poi, creare attività che possano consentire lo sviluppo dei prodotti agricoli sfruttando, per esempio, l’importanza storica e paesaggistica del nostro territorio.

Sulla sicurezza nelle campagne cosa dice?

Torniamo sul tema della sicurezza che ho già sviluppato in tante occasioni. Le campagne hanno necessità di maggiore attenzione in quanto chi vive in zone isolate è vittima di furti. Oggi si ruba di tutto: il gasolio agricolo, gli attrezzi, i generi alimentari, ecc. Proprio per questo, spesso e volentieri, le zone agricole e collinari della nostra città vengono abbandonate. Sarò ripetitivo ma si devono incentivare i controlli interessando maggiormente anche la polizia municipale.

Si potrebbero organizzare attività per mettere in risalto i prodotti della nostra terra?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Certo. Piazza della Libertà ha ospitato il Conad durante le festività natalizie. Si potrebbe ipotizzare la realizzazione di un mercato per consentire ai produttori agricoli di vendere i loro prodotti; la cosa potrebbe essere d’interesse anche per il turismo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camper si ribalta e si "sbriciola": paura in A14, due feriti

  • Tragedia sulla "Cervese" a Forlì: schianto frontale, muore un uomo di 59 anni di Cesenatico

  • Ancora un camper ribaltato in autostrada: diversi chilometri di coda tra Rimini Nord e Cesena

  • Forte temporale nel cuore della notte: albero crolla su un'auto in sosta

  • Coronavirus, aggiornamento domenicale della Regione: cinque nuovi casi nel cesenate

  • A Cesena in arrivo due nuovi T-Red, quasi 1000 multe per il superamento della linea d'arresto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento