Elezioni, Sirotti Gaudenzi (Forza Italia): "Tasse più giuste per tutti con la Flat Tax"

E' quanto afferma Enrico Sirotti Gaudenzi, candidato degli azzurri al collegio plurinominale per la Camera dei Deputati

"Uno dei principali obiettivi di Forza Italia è quello di rilanciare le imprese italiane, abbassando le tasse per imprese e cittadini e adottando tutti quegli strumenti che possano consentire finalmente al nostro Paese una ripresa economica". E' quanto afferma Enrico Sirotti Gaudenzi, candidato degli azzurri al collegio plurinominale per la Camera dei Deputati. "Nel programma elettorale si può, infatti, leggere come Forza Italia, consapevole delle difficoltà riscontrate dagli imprenditori italiani nella gestione del loro rapporto con le banche, faciliterà l’accesso al credito delle imprese - espone Sirotti Gaudenzi -. Parecchie imprese del nostro territorio, infatti, sono state create grazie al rapporto di fiducia che è intercorsa tra gli imprenditori e le  banche. Un rapporto che però oggi, purtroppo, non esiste più a causa dei numerosi ed errati provvedimenti, relativi alle riforme del settore bancario e creditizio, adottati dal duo Renzi-Boschi, inclini a piegare il capo ad una Europa che non ha minimamente tenuto in considerazione le problematiche del nostro Paese. Le riforme in ambito bancario (in particolar modo quelle che hanno interessato le banche popolari e le banche di credito cooperativo) hanno, infatti, cambiato letteralmente le “regole” e l’interesse per le imprese con annesse problematiche, finendo con l’accorpare, soprattutto, quelle “piccole o medie” realtà creditizie - il cui “ruolo” era di primaria importanza per le piccole e medie imprese - in strutture più complesse, esterne ai problemi quotidiani degli imprenditori".

"Il programma di Forza Italia, inoltre, mette in campo un’autentica riforma del sistema tributario italiano che garantirà meno tasse ai cittadini e consentirà di cancellare completamente anche la tassa sulla prima auto, sulla prima casa, sulle donazioni e sulle successioni - continua -. Tale obbiettivo sarà raggiunto con l’introduzione della Flat Tax: un'unica aliquota per tutti, per le famiglie e per le imprese che sarà inferiore all’attuale aliquota più bassa, pari al 23%. Questa riforma porterà crescita economica, rilancerà gli investimenti pubblici e privati e andrà a creare nuovi posti di lavoro in quanto consentirà a tutti, famiglie ed imprese, di pagare il giusto, ma sempre in proporzione al reddito. Aumenteranno inoltre le risorse che permetteranno nuovamente la circolazione della ricchezza, grazie anche all’abolizione del limite nell’utilizzo del contante. Va evidenziato che non sarà prevista alcuna aliquota per redditi inferiori ai 12 mila euro, cercando in questo modo di tutelare le fasce più deboli e cercando di essere d’aiuto a tutti quei piccoli contribuenti che versino in condizione di difficoltà economica e non riescano – realmente – a corrispondere le imposte. In questa sorta di pace fiscale i piccoli contribuenti in difficoltà potranno così evitare di subire in modo incontrollato le decisioni unilaterali di quel fisco che, spesso e volentieri, contribuisce ad accelerare la chiusura di molte attività in condizioni di difficoltà.

Conclude Sirotti Gaudenzi: "Sarà inoltre abolita l’inversione dell’onere della prova fiscale introducendo una completa riforma del contenzioso tributario, consentendo in questo modo di poter garantire finalmente un equo contraddittorio tra impresa e fisco e, quest’ultimo, dovrà dimostrare concretamente le somme che ritiene recuperare abolendo, peraltro, gli studi di settore e tutti quegli strumenti che comportano una ingiusta presunzione di reddito che – spesso e volentieri – non corrisponde a quello effettivo. Forza Italia, inoltre, favorirà l’occupazione dei giovani con il loro inserimento all’interno di quelle aziende - che impegnandosi ad assumere giovani a tempo indeterminato - potranno godere per 6 anni del beneficio di non pagare contributi. Non solo. Forza Italia cercherà di azzerare la povertà con un grande piano a sostegno dei cittadini in condizione di estrema indigenza, aumenterà le pensioni minime (per consentire a tutti di condurre una vita dignitosa) e introdurrà pensioni anche per mamme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento