Elezioni, Rossi attacca il Pd: "E' sparito il simbolo, è fuorviante per gli elettori"

Il candidato del centrodestra: "Sembra quasi che Lattuca si vergogni del suo simbolo, è un modo scorretto di proporsi agli elettori"

Inizia a scaldarsi la campagna elettorale in vista delle amministrative del prossimo 26 maggio, il candidato del centrodestra Andrea Rossi attacca senza mezzi termini il Pd:  "Sacrificato sull’altare del consenso, è sparito il simbolo del Pd dalla comunicazione elettorale di Lattuca. Credo sia la prima volta, in mezzo secolo di storia repubblicana, che un candidato sindaco della sinistra cesenate si presenti alla città - anche nella sua prima uscita ufficiale - orfano del suo simbolo".

"Nell'evento di presentazione - prosegue Rossi -  al Vidia e, soprattutto, nei manifesti elettorali di Lattuca che tappezzano la città, non c'è traccia del Pd. Ed allora, visto che quel simbolo è diventato - sondaggi alla mano - più una zavorra che una fionda, ecco che, per la gioia dei comunicatori (ma, forse, non dei militanti), si rinnega la propria storia e la propria genealogia politica".

"Io mi sono candidato - aggiunge il candidato sindaco del centrodestra - con una nuova lista civica, che riporta il mio simbolo, il mio nome e cognome e, soprattutto, incarna un chiaro desiderio di cambiamento. I miei volantini elettorali mostrano i loghi di tutti i miei alleati sostenitori del centro destra, in modo che gli elettori possano valutare, in un senso o nell’altro, una proposta chiara".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A sinistra, invece, - incalza Rossi - sembra quasi che Lattuca si vergogni del suo simbolo, come se i sondaggisti lo avessero redarguito. E’ un modo di proporsi scorretto e fuorviante perché, al di là delle rispettive idee – che possono anche essere distanti anni luce - quello che non deve mai mancare in una contesa elettorale è la chiarezza dei messaggi e la sorgente dei progetti.
"Dunque - conclude -  il mio è un appello: per rispetto nei confronti degli elettori cesenati, caro Lattuca, abbi il coraggio di presentarti per ciò che sei: un uomo della segreteria del Pd".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento