Politica

Elezioni a Savignano, Sarti lancia l'appello: "Un ponte oltre la crisi"

La mia proposta è che i candidati a sindaco entro il 1 maggio (festa del lavoro e dei lavoratori) sottoscrivano insieme una carta comune di intenti, un patto che abbiamo voluto chiamare "SavignanoUnita: un ponte oltre la crisi"

Il candidato alle primarie del centrosinistra di Savignano, Andrea Sarti, ha lanciato un appello al candidato Filippo Giovannini e alle forze politiche (Comitato CinqueStelle – Lista Oltre - Forza Italia, "per impegnarsi moralmente a sottoscrivere un documento comune nell'interesse della citta' per dare piu' forza a chiunque sia il futuro sindaco di Savignano. La mia proposta è che i candidati a sindaco entro il 1 maggio (festa del lavoro e dei lavoratori) sottoscrivano insieme una carta comune di intenti, un patto che abbiamo voluto chiamare "SavignanoUnita: un ponte oltre la crisi"".

Si tratta, illustra Sarti, di "cinque punti comuni da "riempire" di contenuti e che le forze politiche che si impegnano a Savignano, possano votare in maniera unanime in consiglio comunale: sostegno alle famiglie in crisi; rilancio delle imprese del territorio e progetto Start up; potenziamento del supporto alla ricerca occupazionale; supporto allo studio dei figli per famiglie in difficoltà economica; e sicurezza".

"Noi pensiamo che chiunque si impegni per la propria città sia una ricchezza e non un problema - afferma Sarti di "Savignano Noi" -. Per questo il nostro intento, nel rispetto delle reciproche differenze, è quello di costruire un ponte "verso l'altro" non di sollevare un muro. Da cittadino, sono stufo di vedere “muri contrapposti”, prese di posizione che spesso partono solo dal pregiudizio e non da un confronto vero".

"Ho deciso di dare il mio contributo alla vita del paese con la convinzione (e la dedizione) di cambiare questo modo di fare le cose. Voglio essere da stimolo continuo al confronto (e non allo scontro) - aggiunge Sarti -. Le idee non devono avere “padri e madri”, le buone idee sono di tutti e più le soluzioni sono frutto di un dialogo e di un confronto, più queste idee potranno essere vincenti".

Il candidato alle primarie del centrosinistra per la scelta del sindaco vuole impegnarsi "affinchè questo si realizzi da subito, ancor prima che si arrivi ad una nuova amministrazione per Savignano. Ci sono temi di primaria emergenze da affrontare immediatamente. La crisi attanaglia tutti: famiglie, imprese. La crisi economica non ha un colore politico. Per questo motivo una volta stabilito il candidato sindaco della nostra coalizione, ed una volta formate le altre squadre che scenderanno in campo, chiedo di costruire un tavolo di lavoro che, su alcuni temi, serva a trovare soluzioni condivise per il paese. Questo per me vuol dire fare politica: confronto, confronto ed ancora confronto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Savignano, Sarti lancia l'appello: "Un ponte oltre la crisi"

CesenaToday è in caricamento