Elezioni a Bagno, Spignoli: "No alla diga. E per le Terme di Sant'Agnese Giovannini al timone"

Il candidato Lorenzo Spignoli della lista Insieme per il Futuro ha presentato "le idee per la rinascita di Bagno di Romagna"

"Era il presidente francese De Gaulle che soleva ripetere che il governare significa asfaltare, ma penso che mai nessuno abbia preso per oro colato questa frase come sta facendo, in queste ultime settimane di campagna elettorale, l'amministrazione comunale in carica di Bagno di Romagna". Con questa frase ironica sul fervore che si nota in questi giorni per le strade di San Piero in Bagno, il candidato Lorenzo Spignoli della lista Insieme per il Futuro ha aperto il proprio intervento di presentazione delle "idee per la rinascita di Bagno di Romagna".

Al primo punto è stato ribadito "il no deciso ad ogni ipotesi di dighe a monte della cittadina termale, poi è stato un fioccare di proposte offerte da Spignoli e dagli stessi candidati al consiglio comunale della sua lista, presenti in forze. Un altro no, altrettanto deciso è stato detto all'ipotesi di privatizzazione dell'ufficio IAT che scaturisce dallo studio commissionato dall'amministrazione Baccini e illustrato alcune settimane fa. Un utilizzo strategico come parco termale ma non solo dell'area dell'ex vivaio, la ristrutturazione e messa in circolo dello storico palazzo Salucci Malvisi, la creazione di un centro di ricerca scientifico sulle acque termali, sono alcuni degli altri punti illustrati, un impulso anche al turismo escursionistico anche costituendo un centro di servizio presso il Parco delle Acque sono stati ipotizzati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Poi una nuova definizione delle alleanze coi territori vicini, non solo in Romagna, per la costruzione di un nuovo prodotto turistico puntando sul binomio bellezza e funzionalità, un nuovo piano della sosta e del traffico, la ricerca di un nuovo sportello bancario di cui la cittadina non può fare a meno e la volontà di risolvere in positivo il travagliato problema della presenza del medico di base", ha aggiunto. Spignoli ha concluso la serata con un colpo ad effetto: ha annunciato che, se sarà la sua lista a vincere le elezioni, "una delle prime cose che farà, sarà quella di chiedere a Lauro Giovannini di riprendere in mano il timone di Terme Sant'Agnese. Giovannini, attuale direttore generale di Cevico, è stato in passato apprezzato amministratore delegato delle terme pubbliche bagnesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento