Denatalità, Emilia Romagna Coraggiosa alla Lega: "Non c'è nessuna proposta"

"Il candidato Sirotti Gaudenzi sa che il tema della natalità è molto sentito, peccato che non delinei alcuna proposta e si limiti ad un attacco frontale nei confronti di Bonaccini"

Arriva la replica di Cecilia Alagna, candidata al Consiglio regionale Emilia-Romagna Coraggiosa, al candidato della Lega Enrico Sirotti Gaudenzi, sul tema della denatalità.

"Il candidato Sirotti Gaudenzi sa che il tema della natalità è molto sentito, peccato che non delinei alcuna proposta e si limiti ad un attacco frontale nei confronti di Bonaccini. Vogliamo arginare la crisi demografica? Allora servono lavoro e servizi. L'Emilia Romagna ha un alto tasso di occupazione femminile più alto della media nazionale proprio perché garantisce da decenni una serie di servizi ed una rete educativa importante, ma la trasformazione della società richiede ulteriori sforzi".

"Sono necessari più asili nido gestiti dai Comuni; la Regione deve continuare a portare avanti l'aiuto economico per le rette e promuovere un processo che renda uniformi i servizi all'infanzia erogati dai comuni. Bisogna rinnovare l'aiuto economico alle famiglie che si avvalgono dei centri estivi, infatti  questa voce risulta un impegno economicamente gravoso ma necessario e che coinvolge i bambini fino alle soglie dell’adolescenza. Anzi sarebbe auspicabile che la Regione promuovesse un percorso per estendere questo servizio pubblico anche alle scuole primarie, infatti i centri estivi a vocazione pubblica si fermano alla scuola d’infanzia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Infine il Patto per il lavoro deve anche assumere un'ottica di genere; è di pochi giorni fa il dato che certifica il raddoppio delle dimissioni post maternità. E tutte queste misure devono riguardare tutte le famiglie, anche quelle non strettamente tradizionali come ad esempio quelle di Salvini e Meloni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento