Politica

Consiglio comunale, scintille sulla sicurezza. M5S: "Pannicelli caldi". Ferrini: "Sforzi enormi"

Capponcini: "Solo un presidio fisso in stazione può allontanare gli indesiderati". Ferrini: "Sforzo enorme per due ore in più di servizio notturno della municipale"

Un consiglio comunale ricco di carne al fuoco, quello andato in scena giovedì pomeriggo, il primo del 2020. In aula l'interpellanza del gruppo consiliare della Lega relativa allo stato di ammaloramento delle banchine, in entrambi i lati, di Via Felice Orsini. "Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni di residenti - ha detto la consigliera Antonella Celletti - situazione che causa urti alla sottoscocca dei veicoli, e danni alle auto stesse". "Sono stato sul posto e effettivamente ci sono delle criticità - ha replicato l'assessore Christian Castorri - ci sarà un intervento di manutenzione con un budget di 70mila euro".

Ma si è parlato anche di sicurezza, con la parola al consigliere Claudio Capponcini del Movimento 5 Stelle: "Batto da tempo su questo argomento, i piccoli passi fatti dalla giunta non ci rassicurano. Prima si parlava addirittura di una percezione di insicurezza, il problema continua ad essere affrontato con superficialità. Per il progetto sicurezza avviato nel 2015 mancano all'appello 225 telecamere di sorveglianza", ha incalzato Capponcini.

Consiglio comunale, Lattuca: "Nessun cambio di sede per il Pascal"

Ha replicato l'assessore Luca Ferrini: "La video-sorveglianza è solo uno degli elementi che concorrono al progetto sicurezza, gli organi deputati a garantire la sicurezza dei cittadini sono statali, anche se in collaborazione con la Polizia Locale". Ferrini ha ricordato anche il coinvolgimento di centinaia di cittadini nel progetto di controllo del vicinato. "Due volte alla settimana la stazione viene controllata con stazione mobile in postazione fissa tutto il giorno. Piccoli passi sul tema sicurezza? Se le capiterà di governare la cosa pubblica, verificherà che modificare l'orario di lavoro notturno è una cosa molto complicata, aggiungere due ore in più di servizio della polizia municipale, ha comportato uno sforzo enorme. Per avere un servizio h24 servirebbe il quarto turno. A titolo di esempio le dico neanche Forlì è in grado di garantire questo presidio, e non arriva col servizio fino  alle 2 di notte". 

"Non sono soddisfatto - ha controreplicato Capponcini - il Comune deve assumersi le proprie responsabilità e non scaricarle sulle forze dell'ordine. Quando parlo di pannicelli caldi mi riferisco a quelle misure che non hanno inciso sulla sicurezza in zona stazione. Quando c'è un presidio fisso gli ospiti indesiderati scompaiono. Forse solo così riusciremo a bonificare quella che è l'area d'ingresso della città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, scintille sulla sicurezza. M5S: "Pannicelli caldi". Ferrini: "Sforzi enormi"

CesenaToday è in caricamento