menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Dionigi, sale il livello della protesta: l'opposizione fa il "contro-consiglio"

Non saranno presenti al Consiglio Comunale di giovedì ed animeranno un "contro-consiglio" non ufficiale, in una sala adiacente a quella consigliare

Non saranno presenti al Consiglio Comunale di giovedì ed animeranno un "contro-consiglio" non ufficiale, in una sala adiacente a quella consigliare. Si inasprisce sempre di più l' "Aventino" dei gruppi di opposizione che già da un mese stanno inscenando uno "sciopero della parola", non intervenendo nel dibattito in Consiglio. Ora la scelta di Libera Cesena, M5S e Cesena Siamo Noi è quella di disertare completamente il Consiglio e di organizzarne un altro non ufficiale e in contemporanea a quello di giovedì, in segno di protesta. La protesta dell'opposizione riguarda in particolare il caso dell'assessore Tommaso Dionigi e dell'incarico diretto per 36mila euro affidato alla società Habenas, che fa capo ad un socio di Dionigi al momento dell'incarico, incarico al quale poi Habenas ha rinunciato a seguito delle polemiche.

Aggiunge da parte sua il blogger ed ex consigliere Davide Fabbri. "Le tre forze politiche di opposizione di Cesena hanno convocato pergiovedì 22n Municipio a Cesena nella Sala Nera un Consiglio comunale ombra, alternativo, un vero e proprio ControConsiglio per protestare contro l'arroganza e l'assenza di dialogo del sindaco e del PD. Si discuterà di trasparenza, legalità e partecipazione. Sono stato invitato a partecipare e a prendere la parola. Ci sarò e porterò contributi critici e propositivi. Lo stato di degrado politico raggiunto a Cesena è pesante, a causa dell’inefficienza dimostrata dal partito egemone e autoritario di governo della città. Un'amministrazione comunale interessata unicamente a logiche di palazzo e a meccanismi economici che tutto fa tranne tutelare i diritti dei cittadini e del territorio.
Queste dinamiche minano e corrodono lo scheletro e il midollo della democrazia della nostra città. Questa è la Cesena che la maggioranza dei votanti ha espresso nel 2014. Cambiamola al più presto questa città. Per evitare che gli attuali politicanti troppo attaccati alla poltrona di potere facciano troppi danni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento