Caso Dionigi, quartieri e nuovo ospedale: attacco di Libera Cesena al sindaco Lucchi

Libera Cesena attacca il sindaco Paolo Lucchi e lo fa andando a toccare diversi temi “caldi” come per esempio il caso Dionigi.

“Gli anni passano ma purtroppo i problemi della Giunta Lucchi aumentano a dismisura. Non solo politiche avverse allo sviluppo delle attività imprenditoriali (basti pensare a Piazza della Libertà e alla tassazione IMU da anni al massimo) ora si aprono crepe, diventate poi voragini con il caso Dionigi,  anche nella prassi amministrativa”.

Libera Cesena attacca il sindaco Paolo Lucchi e lo fa andando a toccare diversi temi “caldi” come per esempio il caso Dionigi. Ma non solo. Il gruppo affonda anche sul nuovo ospedale, dove nota una “involuzione del percorso” o sulla situazione dei quartieri e delle loro funzioni.

CASO DIONIGI - “Come noto da ormai un mese il nostro gruppo attua il silenzio istituzionale per protestare in merito alla situazione di questo assessorato. Una brutta vicenda per la nostra città che deve essere ancora chiarita. Non possiamo infatti tollerare che un assessorato finanzi direttamente un incarico professionale ad una azienda in società con l'assessore. Un gesto inopportuno politicamente che non  può e non deve rappresentare un esempio. La protesta che abbiamo posto in essere con le altre opposizioni ha la funzione di destare il PD perché non riteniamo possibile che su un argomento così trasversale, come quello della trasparenza e della buona prassi amministrativa, questo partito allarghi le braccia sconsolato o faccia il pesce in barile. Ne va della dignità del ruolo di tutti i consiglieri comunali” 

QUARTIERI - “E’ questa una partita attiva,  che rimette in gioco anche altri temi. Ad esempio i quartieri e le loro funzioni che devono essere profondamente rivisitate. Non possono fungere da mera ed arida cinghia di trasmissione del potere. A breve incontreremo i nostri consiglieri per capire se vale la pena continuare in questa esperienza che stiamo, dopo quasi due anni, valutando come molto negativa” dicono quelli di Libera Cesena.

NUOVO OSPEDALE - “Anche sul nuovo Ospedale, tema che ci ha sempre visto presenti con un approccio costruttivo, dobbiamo registrare una notevole involuzione del percorso. Poco tempo fa abbiamo sollecitato la costituzione di una commissione che possa valutare tutte le soluzioni per la migliore localizzazione della nuova struttura. Una dimenticanza colossale che il Sindaco Lucchi e la sua Giunta aveva fatto e alla quale vogliono porre rimedio costituendo una commissione in fretta e furia senza aprire un vero bando che preveda la possibilità di scegliere in una rosa di aree. Per la caserma del Montefiore si è fatto un bando, poi vinto dal Conad, ci si chiede come mai per una struttura così importante come il nuovo ospedale ci si è fossilizzati su una unica proposta! La commissione istituita dal Sindaco Lucchi potrebbe rivelarsi una farsa e priva di funzionalità e senza centrare il fine ultimo che è quello che questa città possa scegliere il meglio per il proprio futuro e non quello che è stato già deciso da un piccolo consesso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

Torna su
CesenaToday è in caricamento