Politica

Buda ricompatta il centrodestra e lancia la sfida a Gozzoli: "Respiro l'aria del 2011, tanti progetti"

Alla fine Roberto Buda, professore di matematica al Liceo Scientifico di Cesenatico, nonchè ex sindaco dal 2011 al 2016, ha scelto di sacrificarsi e di rimettersi in gioco al servizio della comunità cesenaticense

Vita comoda o sacrificio? Alla fine Roberto Buda, professore di matematica al Liceo Scientifico di Cesenatico, nonchè ex sindaco dal 2011 al 2016, ha scelto di sacrificarsi e di rimettersi in gioco al servizio della comunità cesenaticense. "Non è stata una scelta semplice - afferma Buda durante un incontro all'Hotel Miramare dove ha presentato ufficialmente la sua candidatura alle elezioni amministrative di autunno - Io ho molti impegni e tutti mi soddisfano a pieno. Sia quello della scuola, dove sono anche vicepreside, che quello nella parrocchia. Poi ho una famiglia. Insomma non mi mancavano le mie soddisfazioni, ma quando la scorsa estate sono stato avvicinato da Fratelli d'Italia prima e poi a Natale dalla Lega, e in ultimo anche da una moltitudine di imprenditori della mia zona che mi chiedevano di ripresentarmi, ho pensato che fosse arrivato il momento di lasciare la vita comoda per ricominciare le fatiche. Del resto sacrificarsi non è solo morire, assenza di vita. E' anche uscire dalla comodità e fare qualcosa di buono per gli altri. Ecco alla fine sono di nuovo qui".

A sostenerlo un centrodestra ricompattato e molto entusiasta. Erano presenti Jacopo Morrone della Lega, Michele Barcaiuolo coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Giuseppe Bettini di Forza Italia e Lalla Bertozzi della lista civica Per Buda (presentata anche 5 anni fa e attualmente in consiglio comunale).

"Mi ripresento con la mia lista civica sostenuta da Fratelli D'Italia, Lega, Lista Civica e Forza Italia - spiega Buda - Fratelli d'Italia avrà anche una sua lista come la Lega e Lista Civica. Forza Italia ha detto che non sa se riuscirà a formare una lista ma sicuramente i loro candidati verranno ospitati nella lista civica Per Buda. Sono molto contento perché ho respirato una bellissima atmosfera. Siamo tutti cresciuti, e questo detto anche dall'esponente della Lega mi fa piacere. E poi abbiamo tutti voglia di lavorare a testa bassa con slancio ed entusiasmo. Ovviamente ho posto alcune condizioni come quella di avere autonomia nella scelta della giunta, quindi nessuna imposizione da parte dei partiti e anche autonomia territoriale. Voglio che le cose che vengano affrontate a livello cittadino, confrontandomi con i rappresentanti territoriali e non arrivi nessuna decisione presa dall'alto. E tutti quelli che mi sostengono mi ha hanno dato la loro parola. Respiro l'aria del 2011, anzi forse c'è più convinzione. Se prima di Natale mi avessero chiesto chi sarebbe stato il prossimo sindaco di Cesenatico, non avevo dubbi: Gozzoli. Sapevo che, senza concorrenti di livello, avrebbe avuto la via spianata. Ma ora, devo dire la verità, non lo so. Sarà una bellissima partita. Tutte le campagne elettorali sono entusiasmanti, il lavoro difficile, però, inizia dopo, quando si inizia a lavorare e mettere mano ai progetti. E io di progetti ne ho già parecchi nella testa anche se è ancora prematuro parlarne. Il primo, comunque, riguarda i condhotel, la trasformazione degli hotel di cui Gozzoli non vuole sentir parlare mentre lungo tutta la riviera, anche i sindaci della sua stessa area, li approvano. Poi come altri punti fondamentali ho lo sviluppo urbanistico della città, la sicurezza e la valorizzazione della famiglia".

I prossimi passi?  "Aspettiamo un po' come va il covid - continua Buda - per capire cosa possiamo fare. Poi sicuramente faremo un lancio della nostra campagna elettorale al Da Vinci. La data non è ancora stata fissata". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buda ricompatta il centrodestra e lancia la sfida a Gozzoli: "Respiro l'aria del 2011, tanti progetti"

CesenaToday è in caricamento