Bolkestein, Vietina: "L'Italia deve difendere la dignità dei lavoratori del mare"

Vietina ritiene "che il nostro Paese debba difendere la dignità dei lavoratori sul mare", aggiungendo che "non si possono cancellare con un colpo di spugna oltre 30mila aziende"

La parlamentare Simona Vietina ha partecipato al convegno "L'Euro, l'Europa e la Bolkestein spiegati da Frits Bolkestein", che si è tenuto al Palazzo dei Gruppi Parlamentari alla Camera dei Deputati La riforma delle concessioni demaniali divide gli schieramenti e mette a rischio 30mila imprese balneari, l'economista olandese Frits Bolkestein, l'estensore della direttiva da cui nasce tutto, si stupisce ora che la categoria dei balneari possa essere stata inserita della norma.

L’economista, pur avendo ricoperto l’alta carica di commissario al mercato interno dal ’99 al 2004, ha in seguito criticato la deriva fallimentare presa dall’unione monetaria europea. Anche la direttiva che da lui prende il nome è stata radicalmente modificata rispetto alla stesura originaria. Vietina ritiene "che il nostro Paese debba difendere la dignità dei lavoratori sul mare", aggiungendo che "non si possono cancellare con un colpo di spugna oltre 30mila aziende (per lo più imprese familiari) che danno lavoro a 150.000 persone. Le conseguenze, anche per l’economia, sarebbero a dir poco pericolose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento