rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica Bagno di Romagna

Bagno, Cà di Ravaglia: "Stiamo lavorando per risolvere la situazione"

L’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna interviene sulla questione della strada di Cà di Ravaglia per rendere noto il lavoro che da mesi sta portando avanti “con l’obiettivo di risolvere la situazione di degrado che ormai da anni interessa quel tratto di strada”.

L’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna interviene sulla questione della strada di Cà di Ravaglia per rendere noto il lavoro che da mesi sta portando avanti “con l’obiettivo di risolvere la situazione di degrado che ormai da anni interessa quel tratto di strada”.

“Siamo ben consapevoli dell’importanza che la strada di Cà di Ravaglia riveste per i cittadini residenti nelle zone di Selvapiana ed Acquapartita, così come per chi deve raggiungere quotidianamente le zone di Alfero e Riofreddo nel Comune di Verghereto, nonché per lo sviluppo del turismo di quella parte di territorio”, dichiarano il Sindaco Marco Baccini e l’Assessore Simone Gabrielli.

“Proprio per questo sin dalla scorsa estate abbiamo iniziato a lavorare in collaborazione con il Servizio Tecnico di Bacino e con la Regione Emilia Romagna per risolvere la situazione complessiva di quell’arteria stradale, che, da un lato, riguarda il consolidamento della frana che ne determinò la chiusura qualche anno fa e, dall’altro, la messa in sicurezza del tratto a valle, ove il manto stradale è dissestato”.

“Per quanto riguarda il primo aspetto, il lavoro portato avanti ha consentito di avviare a settembre le opere di consolidamento definitivo della frana, ciò che è stato possibile grazie ad un cospicuo finanziamento Statale”.

“In riferimento alla messa insicurezza e ripristino del tratto di strada a valle, particolarmente avvertito dalla popolazione”, continuano il Sindaco e l’Assessore, “non è stato possibile intervenire in modo risolutivo ed immediato a causa di alcune problematiche ed emergenze che ci siamo trovati costretti a fronteggiare.”

“Da una parte, i limiti del Patto di stabilità e la necessità di intervenire in via urgente sulle frane che ad inizio anno hanno causato l’interruzione delle vie di Vessa e Selvapiana non hanno permesso di poter disporre di altre risorse se non per interventi “tampone”, che tuttavia non corrispondono ad un intervento risolutivo come quello che vorremmo attuare. Dall’altra, nell’approfondire le varie soluzioni da mettere in pratica, è emersa anche la necessità di perfezionare l’accorpamento di alcuni tratti di strada al demanio stradale, quale condizione indispensabile per operare gli interventi da effettuarsi”.

“In questi mesi, quindi – precisa il Sindaco – abbiamo lavorato su entrambi i fronti e se oggi ci troviamo nella situazione di poter disporre di un finanziamento regionale che ci consentirebbe di avviare i lavori, quanto meno per un primo stralcio, rimane da portare a termine la partita dell’accorpamento stradale che l’Assessore Gabrielli sta curando insieme assieme ad alcuni cittadini, per chiudere una partita aperta da anni e mai conclusa”.
 
“Non appena definito questo adempimento, per il quale chiediamo ed auspichiamo il rapido coinvolgimento fattivo dei frontisti interessati, saremo in grado finalmente di rendere concreto il lavoro svolto e di dare ai cittadini una risposta concreta e adeguata”.

“Questo ulteriore elemento per confermare l’attenzione presente di questa Amministrazione alla situazione della strada di Cà di Ravaglia ed all’importanza che la medesima riveste per i cittadini, con la volontà di superare gli ostacoli che non hanno consentito ad oggi di operare l’intervento atteso” si conclude la nota di sindaco e assessore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno, Cà di Ravaglia: "Stiamo lavorando per risolvere la situazione"

CesenaToday è in caricamento