menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gran finale per Piazze di Cinema: si premia il regista vincitore del Monty Banks

Alle 21,30 in Piazza del Popolo si terrà la Premiazione del concorso Monty Banks, il premio riservato alle opere prime alla presenza della giuria, formata da Gianfranco Miro Gori, saggista e poeta; Cesare Ronconi, regista Teatro Valdoca; Alessandro Rossetto, regista cinematografico e Sonia Todeschini, curatrice Semaine du cinéma italien à Chambéry

Cala il sipario su Piazze di Cinema, il festival cesenate dedicato al cinema italiano e contemporaneo e del passato che per dieci giorni, dal 2 luglio scorso, ha animato Cesena, le sue corti e le sue piazze trasformandole in una grande arena diffusa, con proiezioni, incontri con attori e registi e iniziative non stop dedicate alla settima arte. Sabato, gran finale con la proclamazione dei vincitori del Premio Monty Banks, concorso riservato alle migliori opere prime dell’ultima stagione, intitolato con il nome d’arte del cesenate Mario Bianchi, attore che negli anni ’20 ottenne un notevole successo come autore e interprete di film comici in America.

Alle 19,30 all’Ex Cafè (via Mulini 17) Aperitivo con l’Autore con Paolo Pietrangeli per parlare di cinema, di musica, del suo recente libro Una spremuta di vite (Navarra Editore, 2014) e del padre Antonio, grande regista italiano. Paolo Pietrangeli è l’autore di brani come Contessa e Valle Giulia che sono diventati la colonna sonora della fine degli anni ’60 raggiungendo migliaia di persone grazie al passaparola, durante i cortei studenteschi o le ‘cantate’ nelle piazze. A oggi, Pietrangeli ha registrato quindici album tra LP e CD, ma la musica è solo uno dei mezzi attraverso cui nutre la sua urgenza di raccontare, appresa dal padre Antonio, noto sceneggiatore e regista. Si avvicina al cinema come aiuto regista, al fianco di Bolognini, Visconti e Fellini; debutta poi come regista di documentari come Bianco e nero, un viaggio nel neofascismo degli anni ’70. Tra i lavori più recenti vanno ricordati Genova per noi, documentario sui fatti del G8 del 2001, e Ignazio, una sorta di lettera filmata al figlio. Infine, la televisione: Paolo Pietrangeli ha iniziato come regista del Maurizio Costanzo Show e continua ancora a frequentare gli studi televisivi, dietro la telecamera. Oggi si definisce regista dal lunedì al venerdì, cantastorie nei fine settimana. Una spremuta di vite è il suo primo libro.

Alle 21,30 in Piazza del Popolo si terrà la Premiazione del concorso Monty Banks, il premio riservato alle opere prime alla presenza della giuria, formata da Gianfranco Miro Gori, saggista e poeta; Cesare Ronconi, regista Teatro Valdoca; Alessandro Rossetto, regista cinematografico e Sonia Todeschini, curatrice Semaine du cinéma italien à Chambéry. Per quest’anno, i film in concorso per il Premio Monty Banks per questa quinta edizione di Piazze di Cinema sono: Soldato Semplice di Paolo Cevoli (2 luglio), Io, Arlecchino di Matteo Bini e Giorgio Pasotti (3 luglio), Senza nessuna pietà di Michele Alhaique (5 luglio), Short Skin – I dolori del giovane Edo (6 luglio), Vergine giurata di Laura Bispuri (7 luglio) e Cloro di Lamberto Sanfelice (10 luglio). Oltre al premio della giuria, è previsto un premio del pubblico, chiamato a votare durante ogni serata di proiezione dei film in concorso. A seguire, saluto di Paolo Pietrangeli che presenta al pubblico il film di suo padre "Io la conoscevo bene", con Stefania Sandrelli, Nino Mafredi, Mario Adorf e Ugo Tognazzi, pellicola del 1965 in programma a Piazze di Cinema per celebrare l’anniversario dei 50 anni del film.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento