Un premio di laurea in ricordo di Antonio Andreucci, scomparso nel 2013

Alla fine della mattinata saranno resi noti i nomi dei primi tre classificati al Premio secondo il giudizio della commissione giudicatrice composta dai docenti Pierangiolo Cetica, Gabriella Peretti e Mariarita Pinto

Un Premio di laurea in ricordo di Antonio Andreucci, architetto e artista scomparso nel 2013, e una mostra che presenta i dieci progetti selezionati al Premio e l’opera architettonica di Andreucci, con particolare attenzione ai progetti cesenati, e i suoi dipinti, opere in pirografia su legno e quadri a tempera mista su carta.

Percorre queste direttrici l’appuntamento promosso dal Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze – presso il quale Andreucci ha ricoperto il ruolo di docente ordinario di Tecnologia nel corso della sua attività accademica –, patrocinato da istituzioni quali il Comune di Cesena, la Biblioteca Malatestiana, il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Bologna e dall’Ordine degli architetti di Forlì-Cesena e sostenuto dall’azienda Paresa di Cesena.

La cerimonia di premiazione si terrà sabato nell'aula magna del Complesso della Biblioteca Malatestiana. Il programma della giornata – con inizio alle  9,30 – prevede il susseguirsi dei saluti istituzionali da parte dei promotori e degli enti patrocinanti e, a seguire, gli interventi dei relatori moderati da Francesco Gurrieri (Dipartimento di Architettura di Firenze). Interverranno: Francesco Calogero (Sapienza Università di Roma), Romano del Nord (Dipartimento di Architettura di Firenze), Theo Zaffagnini (Dipartimento di Architettura di Ferrara) e Gianni Pettena (Dipartimento di Architettura di Firenze).

Alla fine della mattinata saranno resi noti i nomi dei primi tre classificati al Premio secondo il giudizio della commissione giudicatrice composta dai docenti Pierangiolo Cetica, Gabriella Peretti e Mariarita Pinto. Al primo classificato sarà assegnato un premio del valore di cinquemila euro, il secondo classificato riceverà un premio di duemila euro mentre al terzo classificato sarà riconosciuto un premio di mille euro; gli altri sette selezionati otterranno un riconoscimento di cinquecento euro ciascuno. I nomi dei dieci laureati selezionati sono (in ordine alfabetico): Sara Bucci, Laura Campagna, Alberto Cavallari, Alessandra Fanciullacci, Melissa Giacomelli, Alice Giada Komaromy Podner, Chiara Minì, Vania Piccardi, Chiara Ophelia Schiatti, Stella Viglianisi.

Ancora nella giornata di sabato, alle 15,30, sarà inaugurata alla Galleria Comunale d’Arte del Ridotto la mostra che presenterà i dieci lavori premiati e che ricorderà la figura di Andreucci nella sua duplice veste di architetto e artista. All’attività accademica e professionale, Andreucci ha infatti affiancato anche l’esperienza pittorica con una vasta produzione di quadri a pastello, nei quali fa rivivere l’atmosfera dei paesaggi della campagna toscana e di quella romagnola, luoghi amati e vissuti con grande trasporto e intensità. I progetti presentati in mostra sono quelli che appartengono alla città di Cesena, dove, nel corso della sua lunga carriera professionale, Andreucci ha realizzato opere significative, come la pionieristica sede dell’Amga (oggi Hera) o la sede degli uffici dell’azienda Paresa. Ha inoltre progettato numerose ville sia in città che nella campagna cesenate.

L’esposizione resterà aperta al pubblico fino al 19 aprile con i seguenti orari: mercoledì, sabato e domenica: 9.30-12.30 / 16.30-19.30; martedì e venerdì: 16.30-19.30; lunedì e giovedì chiuso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento