rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Incidenti stradali Sogliano al Rubicone

Da poco viveva a Borello, l'ultimo giro in moto prima del tragico scontro: "Buon viaggio Magno"

Il centauro cesenate ha purtroppo perso la vita nel primo pomeriggio del secondo giorno dell'anno, mentre si trovava in sella alla sua moto

Una passione per la motocicletta che traspare chiaramente anche dal suo profilo Facebook. Si chiamava Emanuele Magnani il 36enne vittima della tragedia stradale accaduta domenica 2 gennaio a Montepetra, nel territorio di Sogliano sul Rubicone. Il centauro cesenate ha purtroppo perso la vita nel primo pomeriggio del secondo giorno dell'anno, mentre si trovava in sella alla sua moto Triumph nera e stava percorrendo via Nazionale. La vittima era originaria della zona di San Carlo, ma da poco tempo abitava a Borello, e lavorava come metalmeccanico. E' stato fatale il violento scontro ad un incrocio con una Renault Scenic che da una strada laterale si stava immettendo in quella principale.

Appare ormai chiara la dinamica del tragico incidente, il 36enne era partito da poco con la sua moto visto che Borello è poco distante dalla frazione di Montepetra bassa, dove è avvenuto lo scontro, erano le 13:10 di domenica. Il motociclista stava percorrendo la vecchia provinciale Umbro-casentinese verso la valle del Savio, quando arrivato all'incrocio si è verificato il violento scontro. Una Renault Scenic si è immessa da una stradina laterale (via Montepetra fiume), al volante una 41enne del posto, uscita illesa. 

Un impatto tremendo con il 36enne che è stato sbalzato dalla due ruote carambolando sull'asfalto. Il centauro è morto praticamente sul colpo. I soccorsi sono stati immediati, ma i sanitari del 118, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Sul posto per i rilievi di rito è intervenuta la Polizia locale dell'Unione Rubicone Mare, accertamenti che hanno reso necessario chiudere la strada per 4 ore. In supporto anche l'intervento dei Carabinieri di Mercato Saraceno e di quelli di Roncofreddo a cui è toccato il compito di avvisare il padre della vittima.

Non appena si è diffusa la notizia della tragedia, in tanti gli hanno dedicato un pensiero su Facebook "Non ho parole .. fai buon viaggio Magno", si legge, ma anche "ditemi che non è vero, un ragazzo tranquillo e simpatico. Maledatta moto e maledetta strada, riposa in pace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da poco viveva a Borello, l'ultimo giro in moto prima del tragico scontro: "Buon viaggio Magno"

CesenaToday è in caricamento