Inferno in galleria: tre camion a fuoco, due camionisti feriti ed E45 in tilt

L'incidente si è verificato lunedì pomeriggio intorno alle 17, in direzione Roma

Tre camion sono andati a fuoco all'interno della galleria Monte Coronaro dopo lo svincolo di Verghereto, lungo l'E45. Si tratta della galleria del valico, lunga circa un chilometro, nel punto di maggior pendenza della superstrada tra Cesena e Perugia. L'incidente si è verificato lunedì pomeriggio intorno alle 17, in direzione Roma, in corrispondenza del chilometro 165. Ad essere attinti dalle fiamme sono stati tre camion, alcuni dei quali carichi di pollame, a quanto pare a seguito di un incidente. Le fiamme si sono poi estese a tutto il tunnel, causando pesanti danni ala struttura.

A seguito del sinistro si è formato un incolonnamento di veicoli, rimasto bloccati lungo la superstrada. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cesena, Bagno di Romagna,  Arezzo, Sansepolcro, Città di Castello e Perugia, nonché i sanitari del 118 con due ambulanze e l'elimedica giunta da Bologna e gli agenti della Polizia Stradale di Bagno di Romagna. L'opera di spegnimento è andata avanti per diverse ore. Il 118 ha soccorso due camionisti, portati con un codice di media gravità all'ospedale Bufalini di Cesena. Solo per miracolo non risultano ustionati nel drammatico incendio. Il rogo ha sviluppato una densa nuvola di fumo nero, visibile a diversi chilometri di distanza.

Il traffico in direzione sud (Arezzo) è stato deviato per i soli veicoli leggeri a Bagno di Romagna lungo la strada regionale 71. Il transito è stato temporaneamente interdetto ai mezzi pesanti. In direzione nord è invece stato deviato in loco sulla provinciale 137 con uscita a Canili e successivo rientro a Verghereto. 

La polemica

Sullo stato della superstrada interviene la lista civica "Poppi Libera": "Una volta si raccontava della Salerno - Reggio Calabria come esempio limite per un viaggio che non finiva mai, ma la nostra condizione è ormai peggiore di quella. Ed a soffrirne è tutta la nostra economia. Dopo l’ennesimo incidente che questa volta ha interrotto una galleria sulla E45, c’è da ringraziare il Cielo se ad oggi non abbiamo una lunga lista di nomi da ricordare su delle lapidi. Ma ciò non basta. Non è più accettabile. La politica continua a ripetere che i soldi ormai ci sono e ciò varrebbe per i Mandrioli come per la E45. Due problemi diversi uniti da uno stesso destino. Davanti a questo macroscopico fallimento di strategie non c’è una vera indignazione. Possibile che per cambiare questo Paese occorra sempre di un magistrato e che questo senso di ripulso non parta da quei politici onesti (che sono tanti) animati dal bene per la Comunità che amministrano?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento