Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Icarus, multe come se piovesse: 2500 sanzioni in arrivo

Oltre 2500 le sanzioni determinate dal sistema di videosorveglianza nei primi 17 giorni di attività sanzionatoria, di cui 180 nel solo primo giorno

In partenza le prime contravvenzioni emesse da Icarus, e sono già più di 2500. La Polizia Municipale, infatti, ha appena inviato al service incaricato della confezione (cioè della stampa e dell’imbustamento) tutti i verbali delle infrazioni registrate fra lunedì 25 marzo e mercoledì 10 aprile, vale a dire le prime due settimane e mezzo di funzionamento a pieno regime per il sistema di videosorveglianza. Totale 210mila euro.

 

Entrando nel dettaglio, nei 17 giorni considerati (comprendenti anche il giorno di Pasqua e il Lunedì dell’Angelo), dagli otto varchi di Icarus sono transitati in tutto 47.395 veicoli. Di essi, 38.974 (pari a poco più dell’82% del totale) sono stati immediatamente riconosciuti dalle telecamere come regolari, mentre quelli considerati sospetti sono stati 8.421.

Su questi ultimi si sono concentrate le verifiche della PM, che in queste settimane ha proceduto a controllare sistematicamente tutti gli scatti ‘sospetti’ per accertare l’effettivo compimento dell’infrazione e – al tempo stesso- depennare i mezzi che, pur essendo autorizzati al transito, non compaiono nella lista ‘bianca’ (è il caso, ad esempio, degli autocarri che accedono nelle ztl negli orari consentiti per il carico e scarico). Al termine delle operazioni, il numero dei veicoli da sanzionare è sceso a 2530 (pari a circa il 30% dei transiti giudicati sospetti), di cui 180 solo lunedì 25 marzo, primo giorno di attività a pieno regime del sistema di videosorveglianza. Più in generale, in questo primo periodo la media quotidiana di contravvenzioni determinate da Icarus si attesta intorno alle 148 unità.

“Si tratta di una quota ancora cospicua – commentano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Mobilità Maura Miserocchi – e questo ci pare abbastanza sorprendente, tenuto conto anche della comunicazione a largo raggio che abbiamo promosso per informare sull’entrata in funzione del sistema. Ma probabilmente il deterrente più efficace in questo senso sarà rappresentato proprio dall’arrivo delle prime multe. Sappiamo già che susciteranno malumori, perché a nessuno piace pagare una contravvenzione. Ricordiamo che chi è stato sanzionato potrà chiedere di visionare le immagini relative alla sua auto rivolgendosi al Comando della Polizia Municipale e nel caso riscontri un errore (di cui, nel caso ci scusiamo), potrà comunicarlo sempre al Comando, che valuterà eventuali approfondimenti”.

“Ci preme sottolineare, ancora una volta, - proseguono il Sindaco e l’Assessore - che l’installazione del sistema Icarus non nasce da alcun intento persecutorio o dall’esigenza di fare cassa. Semplicemente, crediamo sia doveroso far rispettare a tutti le regole, specialmente quando servono per tutelare la sicurezza e la qualità di vita dell’intera comunità. Come abbiamo sempre detto in questi mesi, l’obiettivo che ci siamo posti installando le telecamere di Icarus è quello di preservare le zone a traffico limitato del nostro centro storico, entrate in vigore già da moltissimi anni, a vantaggio di chi vi risiede e di chi lo frequenta. Non crediamo sia difficile osservarle, visto che la stragrande maggioranza dei cesenati lo fa già da tempo, senza bisogno del controllo degli occhi elettronici”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Icarus, multe come se piovesse: 2500 sanzioni in arrivo
CesenaToday è in caricamento