Al Petrella "In the bloom", concerto di GB Quartet e Simone Zanchini

Aprite quella porta. Sabato 11 giugno alle ore 21.15 al teatro Petrella di Longiano, il quartet jazz formato da Alessandro Scala al sax, Gilberto Mazzotti al piano, Piero Simoncini al contrabbasso e Michele Iaia alla batteria presentano l'album "In the Bloom" (AlfaMusic 2016).
Ospite d'onore alla fisarmonica Simone Zanchini.
Atmosfere jazz che esprimono tutta l'energia di un progetto artistico nato dalla creatività di Gilberto Mazzotti, che ha riunito musicisti raffinati che si distinguono per la qualità delle improvvisazioni e degli arrangiamenti.
Un concerto che esalta al massimo le capacità della formazione romagnola: suoni che si muovono negli ambienti, divagazioni nella cultura sudamericana, brani sospesi tra realtà e fantasia.

Zanchini, fisarmonicista del Teatro alla Scala di Milano, ha aderito con entusiasmo al nuovo disco e si esibirà assieme al GB PROJECT QUARTET.

Un progetto curato nella forma e nei contenuti, con tanta sostanza. I sette brani che compongono In the Bloom (AlfaMusic) rappresentano il modo di vedere la musica jazz da parte di questa formazione romagnola. Il quartet nel 2015 si è esibito anche all' Aquila, inserito all'interno della manifestazione "Il jazz italiano per l'Aquila" che vedeva riuniti per l'occasione i maggiori interpreti nazionali di questo genere musicale.

«"In the bloom" - scrive nella presentazione dell'album Letizia Imola - è un vero e proprio percorso: il suo tracciato è allo stesso tempo lineare e variato. Coinvolgendo diversi generi oscilla armoniosamente tra il tema di base e la personalità di ogni membro che emerge in completa libertà. Questa dialettica rispecchia il ritmo della vita: la semplice e sincera quotidianità intervallata da puri attimi di gioia. Epifanie interamente soggettive, che producono interpretazioni ed improvvisazioni autentiche.»

«"In the light", "In the bloom" - prosegue - sono letteralmente stati in luogo, ma l'atmosfera generale non è affatto statica, anzi l'album è pervaso da un' idea di costante movimento. Quest'ultimo è soprattutto a livello temporale: si intravede un passato nostalgico e limpido al sopraggiungere delle note di fisarmonica. Spontanea ed irripetibile intermittenza del cuore.

L'esperienza è quella di un rapimento e un viaggio che genera qualcosa di lieto ma assolutamente individuale nell'ascoltatore».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Il live unplugged dei Punkreas: sul palco la storia e l'energia della grande band

    • 12 dicembre 2020
    • Vidia Club

I più visti

  • Scopri Cesena: cinque passeggiate nel cuore della città fra storie e personaggi illustri

    • dal 31 ottobre al 28 novembre 2020
    • partenza dallo Iat di Cesena
  • Due incantevoli chiese cesenati tutte da scoprire

    • Gratis
    • dal 17 ottobre al 28 novembre 2020
    • chiesa di Santa Cristina e la chiesa di Sant'Agostino
  • Il porto canale si accende di colori ed emozioni con il Presepe della Marineria

    • Gratis
    • 6 dicembre 2020
    • porto canale di Cesenatico
  • Una visita tra le meraviglie dell'antica Biblioteca Malatestiana

    • fino a domani
    • dal 1 al 29 novembre 2020
    • Biblioteca Malatestiana
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento