Obulacco e la sua strada. Torna a splendere, dopo il restauro, il grande mausoleo romano

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Sarsina
  • Quando
    Dal 07/12/2014 al 07/12/2014
    dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 19
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Si ergeva imponente extra moenia lungo l’antica strada d’accesso alla città, di fronte al Mausoleo di Rufus e a fianco del monumento “gemello” del figlio Oculatio, rimasto incompiuto.

Il monumento funerario di Aulo Murcio Obulacco, risalente al I sec.a.C., era stato rinvenuto crollato nel 1927 nella necropoli di Pian di Bezzo, alle porte di Sarsina.

Dopo un primo restauro dei pezzi, era stato interamente ricostruito nel ’39 nel Parco delle Rimembranze a ricordo dei Caduti di tutte le guerre e lì si trova tuttora, sulla Strada Nazionale forse erede del tracciato dell’antica via romana, sentinella silente che accoglie chi arriva nella città dell’Appennino forlivese.

Esposto per 75 anni al degrado degli agenti atmosferici, il monumento alto quasi 9 metri è stato oggetto di un complesso intervento di pulizia, consolidamento e restauro, e domenica 7 dicembre 2014, in occasione della Giornata Nazionale dell'archeologia, del patrimonio artistico e del restauro promossa dal MiBACT, sarà restituito in tutto il suo splendore alla cittadinanza sarsinate e al mondo.

Il restauro del mausoleo di Obulacco ha fornito il pretesto per parlare dell’intera Necropoli di Pian di Bezzo, cui la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna dedica la mostra “Il monumento di Obulacco dalla scoperta ad oggi” e l’intero riallestimento della Sala B al primo piano del Museo Archeologico Nazionale di Sarsina, con la ricomposizione dei corredi funerari rinvenuti nelle tombe delle campagne di scavo degli anni ’30 e l’esposizione ex novo di quelli degli scavi degli anni Ottanta tra cui una strepitosa applique in bronzo raffigurante il mito di Europa sul toro.

L’appuntamento è al Parco delle Rimembranze di Sarsina dove alle ore 15 sarà presentato il restauro del Mausoleo di Obulacco seguito da visite guidate.

Alle ore 16, al Museo Archeologico Nazionale (via Cesio Sabino 39) sarà inaugurata la mostra “Il monumento di Obulacco dalla scoperta ad oggi” costituita dai disegni ricostruttivi realizzati da Traiano Finamore durante gli scavi condotti a Sarsina tra gli anni ’20 e gli anni ’30 sotto la direzione di Salvatore Aurigemma. L'esposizione, corredata da pannelli illustrativi dello scavo, del restauro e della valorizzazione del monumento, resterà aperta fino al 31 agosto 2015.

Infine, alle ore 17, sarà inaugurato il nuovo allestimento della Sala B del museo dedicata ai corredi funerari recuperati nella necropoli di Pian di Bezzo, alcuni dei quali esposti per la prima volta.

La giornata è promossa dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna e dal Comune di Sarsina con il contributo di La Bottega del Restauro (Sarsina)

Per maggiori informazioni sul Mausoleo di Obulacco https://www.archeobologna.beniculturali.it/sarsina/obulacco.htm

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Sei speaker “a kilometro zero” nel nuovo appuntamento di Tedx Cesena

    • Gratis
    • 12 dicembre 2020
    • online
  • Freschi di Stampa: Chiara Marchelli presenta "Redenzione. La prima indagine di Maurizio Nardi"

    • solo oggi
    • Gratis
    • 28 novembre 2020
    • online

I più visti

  • Scopri Cesena: cinque passeggiate nel cuore della città fra storie e personaggi illustri

    • dal 31 ottobre al 28 novembre 2020
    • partenza dallo Iat di Cesena
  • Due incantevoli chiese cesenati tutte da scoprire

    • Gratis
    • dal 17 ottobre al 28 novembre 2020
    • chiesa di Santa Cristina e la chiesa di Sant'Agostino
  • Il porto canale si accende di colori ed emozioni con il Presepe della Marineria

    • Gratis
    • 6 dicembre 2020
    • porto canale di Cesenatico
  • Una visita tra le meraviglie dell'antica Biblioteca Malatestiana

    • fino a domani
    • dal 1 al 29 novembre 2020
    • Biblioteca Malatestiana
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento