Commercio, ristoranti e servizi per le persone: col caldo cresce la forza lavoro

I giovani under 30 sono il 25%, percentuale entrambe in crescita rispetto al mese precedente)

L’indagine Excelsior indica nel periodo aprile-giugno 2019 una previsione di ingressi di figure professionali (nelle imprese dell’industria, del commercio e dei servizi) in crescita del 21% rispetto al trimestre mobile precedente e pari a 27.460, suddivisa in 16.010 a Rimini e 11.4580 su Forlì-Cesena incrementati rispettivamente del 28% e 13% e pari a 4.770 e 3.470 nel solo mese di aprile; con l’avanzare della stagione aumentano in misura più consistente le entrate previste sulla costa.

Per il mese di aprile, i primi 3 settori in entrambi i territori, per numeri di ingressi, sono ‘Servizi di alloggio-ristorazione-turistici’ (2.360 a Rimini e 900 a Forlì-Cesena), ‘Commercio’ (640 e 620) e i ‘Servizi alle persone’ (440 e 320). Su base mensile i flussi previsti a Rimini e Forlì-Cesena pesano in ambito regionale nella misura del 21% (17% a marzo); in Italia gli ingressi programmati ammontano a circa 415.000 in crescita del 9%, di cui il 9,4% in Emilia-Romagna (incidenza anche per questo mese in crescita di 0,1%).

Permangono a livello nazionale e locale le difficoltà di reperimento delle figure ricercate dalle imprese che riguardano in tutte le fasce di età il 20% dei casi a Rimini (costanti) e il 25% dei casi a Forlì-Cesena (in calo); i più difficili da trovare sono per il mese di marzo i profili nell’area produzione di beni ed erogazione di servizi (60% delle richieste a Rimini e 53% a Forlì-Cesena). Gli ‘introvabili o più difficili da reperire sono per il 63% dei casi a Rimini gli operai nelle attività metalmeccaniche richiesti in differenti settori e per il 56% dei casi a Forlì-Cesena i tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione.

I giovani under 30 sono il 27% della domanda di lavoro a Rimini e 25% a Forlì-Cesena (% entrambe in crescita rispetto al mese precedente). Le maggiori richieste sono per le imprese riminesi nell’Area amministrativa (41%), nell’Area commerciale-vendita (37%) per i giovani forlivesi-cesenati. Gli impieghi proposti sono prevalentemente alle dipendenze con percentuali (87% a Rimini in calo e 90% a Forlì-Cesena ancora in crescita), a termine (90% e 74%), in maggior parte proposti da imprese con meno di 50 dipendenti (80 e 71%, in aumento) e nel macrosettore dei Servizi (86% e 67%, in aumento e costante).

La richiesta di laureati è in calo sia a Rimini che a Forlì-Cesena (6%, al minimo registrato da inizio anno); il fabbisogno di profili high skills ovvero dirigenti, specialisti e tecnici, interessa l’8 e l’11% delle assunzioni programmate (Rn e FC), in calo e al di sotto del valore registrato a livello nazionale (16%, anch’esso in calo) e regionale. Nella sezione Scuola-Lavoro / Orientamento, alternanza e placement del sito www.romagna.camcom.it sono disponibili ulteriori informazioni sulle numerose attività della Camera della Romagna che avvicinano mondo scolastico-formativo al mondo delle imprese e del lavoro nel territorio.

Potrebbe interessarti

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

  • Aperitivi all'aperto a Cesena: ecco la top 5

  • Controllo caldaie, le informazioni su pulizia e controlli fumi

  • I 5 segreti della tintarella perfetta

I più letti della settimana

  • Travolta sulle strisce mentre porta a spasso il cagnolino: inutile la corsa al Bufalini

  • Dopo lo schianto contro una macchina agricola finisce nel fosso: muore all'ospedale

  • Ecco il nuovo consiglio comunale, una maggioranza consistente per il neosindaco Enzo Lattuca

  • Lattuca alza il sipario sulla nuova giunta: ecco la squadra dei suoi assessori

  • Colpito da un malore fatale in spiaggia, muore un turista svizzero

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

Torna su
CesenaToday è in caricamento