Pane, olio e fantasia

Pane, olio e fantasia

Il dolce con occhi e naso

Ecco la ricetta del Porcospino, il tiramisù di Mercato Saraceno. Per tutti i curiosi di questa goduriosa bontà sabato pomeriggio in piazza si terrà la sfida con assaggi

L'origine del Porcospino non è chiara. A Mercato Saraceno c'è chi si ricorda delle sorelle Lea e Giuliana Manzelli che lo producevano con particolare maestria, attorno alla prima metà del ‘900, sempre nei mesi invernali, quando burro e calorie sono più digeribili e meno pesanti. 
Sì, perchè non stiamo parlando del porcospino vero, quella simpatca bestiola con quattro zampette e gli aculei, ma di un dolce tipico di Mercato Saraceno, fatto con burro (tanto burro...), uova e zucchero. 
"La prima volta che l'ho cucinato - racconta Pierina Balzani, la vincitrice del concorso dello scorso anno - ero alle scuole medie. Fu la professoressa di Applicazione Tecniche a insegnarci la ricetta. E' un dolce calorico ma semplice. Un po' come il Tiramisù. Servono 500 grammi di burro, 500 grammi di zucchero, 6 tuorli. Si montano burro e zucchero o a mano o col frullatore finchè non si forma una crema, poi si aggiungono i tuorli d'uovo e il caffè amaro (una tazzina). 
Una volta preparato l'impasto si impiatta il dolce alternando i savoiardi inzuppati nel caffé (c'è chi aggiunge anche un po' di liquore tipo amaretto) e l'impasto, cercando di dargli la forma del porcospino. A parte si tagliano le mandorle, si tostano al forno per realizzare gli aculei, mentre gli occhi si fanno con due chicchi di caffè e il nasino con una ciliegia o con un cioccolatino". 
E Pierina ormai ha la mano allenata visto che almeno due o tre volte all'anno, per far felice la famiglia, deve cucinare il tipico dolce di Mercato.
Ma per chi non avesse mai assaggiato questa goduriosa bontà sabato 18 marzo, in piazza Mazzini a Mercato Saraceno, a partire dalle 15 potrà partecipare alla festa del Porcospino e assistere alla gara che farà sfilare i dolci più buoni e più belli.  
Al concorso possono partecipare tutti i residenti o domiciliati a Mercato Saraceno, l'unico obbligo è che il porcospino sia cucinato con il burro e non con margarina od olio di palma. 
Le iscrizioni vanno presentate entro le 19 del 16 marzo per telefono (al numero 347.7417937) o via email, scrivendo a info@confesercenticesante.com, compilando l'apposita documentazione messa a disposizione dall'organizzazione nella quale vanno indicati gli ingredienti necessari.
Ai primi tre classificati per il Porcospino Più Buono, andranno in premio 3 soggiorni per due persone, a pensione completa, all'Hotel San Salvador di Igea Marina; il primo vincerà anche un cesto di prodotti della Centrale del Latte di Cesena. 
Per il primo classificato per il Porcospino Più Bello (versione classica) un cesto di prodotti della Centrale del Latte di Cesena e una parananza della manifestazione; per il primo classificato per il Porcospino Più Bello (versione più originale e fantasiosa), un cesto di prodotti della Centrale del Latte di Cesena, una parananza della manifestazione e un ingresso per due persone al Percorso Benessere delle Terme Sant'Agnese di Bagno di Romagna. 
La manifestazione è organizzata da Associazione Culturale “Fogli Volanti”, Pro Loco, ATI “Centro Commerciale Naturale di Mercato Saraceno”, Confesercenti Cesenate, Comune di Mercato Saraceno e Slow Food Cesena, con il contributo della Centrale del Latte di Cesena.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Centro profughi di S.Carlo, arriva anche Rete4: "Hanno danneggiato il cancello, li denunciamo"

    • Cronaca

      Diocesi, serie di lutti in poche ore: addio a due storici preti del cesenate

    • Cronaca

      Minacciano il titolare che li sorprende a rubare, malviventi inseguiti dalla vittima

    • Cronaca

      Sicurezza? Una "galleria degli orrori" in Piazza della Libertà

    I più letti della settimana

    • Mare, bollicine e prodotti locali di qualità

    • Come fare il formaggio in casa

      Torna su
      CesenaToday è in caricamento