Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Le tele stampate a ruggine della "Bottega Pascucci" in mostra al Monastero Benedettino di Santa Maria del Monte

Una mostra unica, “Mater Pulcherrima”, dedicata al culto mariano nel settecentesimo anno del trasporto della statua della Madonna, oggi venerata sull'altare maggiore della Basilica, da Montereale al colle Spaziano

 

Organizzata dall'Associazione Amici del Monte una esposizione di tele stampate a ruggine della “Bottega Pascucci” di Gambettola si può ammirare fino all'otto settembre al Monastero Benedettino di Santa Maria del Monte a Cesena. Una mostra unica, “Mater Pulcherrima”, dedicata al culto mariano nel settecentesimo anno del trasporto della statua della Madonna, oggi venerata sull'altare maggiore della Basilica, da Montereale al colle Spaziano. Nella splendida e unica cornice della Sala Capitolare (vero cuore pulsante del monastero dove venivano prese tutte le decisioni) è stata allestita una esposizione di tele stampate dedicate alla Madonna create da famosi artisti e realizzate con gli “stampi” della rinomata bottega.

Tutto prende le mosse dall'affresco presente nella sala (di incerta attribuzione se al raffaelita Girolamo Marchesi 1471-1540 o a Bartolomeo Coda del XVI° secolo) dove è raffigurato Gesù, che indossa un piviale con riprodotto il motivo del cardo non damascato bensi' stampato a ruggine come poi  riprodotto nell'esposizione, mentre incorona Maria. Questo induce a pensare che la tecnica della stampa a ruggine, metodo originale nato nelle Terre di Romagna, sia molto più antica ed apprezzata rispetto alla tradizione che la vuole nata nel XVII° secolo in ambito agricolo come tele di mediocre fattura  per proteggere il bestiame.

Piero Pasini

Potrebbe Interessarti

Torna su
CesenaToday è in caricamento