MotoGp, Lorenzo Savadori ha l’acquolina in bocca: nel suo futuro c'è l'Aprilia

Sfumata la possibilità di correre in Superbike dopo l'abbandono del main sponsor del team Pedercini, squadra con la quale si era accordato, per l'ex campione della Superstock 1000 si è aperta una nuova opportunità

Lorenzo Savadori tester Aprilia MotoGp? L'ufficialità è attesa per sabato, quando la casa di Noale svelerà a Imola la nuova RS-GP20 che già ha sorpreso ai recenti test di Sepang. Sfumata la possibilità di correre in Superbike dopo l'abbandono del main sponsor del team Pedercini, squadra con la quale si era accordato, per l'ex campione della Superstock 1000 si è aperta una nuova opportunità complice anche l'assenza di Andrea Iannone, sospeso per il presunto caso di doping. Savadori prima ha preso confidenza con la categoria nei giorni dello "shakedown" guidando la versione 2019 della RS-GP per poi salire sulla 2020 nel primo giorno di test. "Quando Aprilia ha chiamato sono corso, viste l'opportunità e il legame con il marchio - afferma Savadori -. E' stata una bellissima esperienza, quattro giorni nei quali ho avuto modo di prendere contatto con una categoria a me nuova e che fanno venire l’acquolina in bocca".

"Ringrazio Aprilia Racing per avermi concesso l'onore, dopo tre giorni con la 2019, di provare anche la moto 2020 - continua il cesenate -. La nuova RS-GP mi è parsa subito facile, intuitiva, anche per uno come me alla prima esperienza. Per quanto riguarda la mia prestazione sono contento di essere riuscito a migliorare in ogni uscita, non è facile capire questi prototipi anche perché sono molto sensibili a ogni comando. Anche il fisico ha reagito bene, nonostante qualche mese di inattività e condizioni ambientali impegnative".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arrivata in Malesia senza mai aver fatto un solo giro di pista, la nuova Aprilia è stata subito competitiva, soprattutto nelle mani di Aleix Espargaró che, già dal primo giorno, ha costantemente abbattuto tutti i suoi riferimenti sulla pista di Sepang piazzandosi costantemente tra i protagonisti delle prove e chiudendo col best lap di 1’58.694. Durante l'inverno le persone di Aprilia Racing hanno lavorato senza sosta e per questo il nuovo prototipo è sceso in pista portando sulle carene i nomi di tutte le donne e tutti gli uomini del reparto corse che hanno reso possibile questo traguardo. E’ stato uno sforzo enorme, che ha di fatto rivoluzionato il progetto RS-GP e che è stato ripagato dalle prime risposte arrivate dalla pista. E’ solo un primo passo, la moto è tutta da “fare” ma sembrano esserci le potenzialità per crescere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • "Creativo e perfezionista", ha portato la scarpa di San Mauro in tutto il mondo. Tanti ricordano Sergio Rossi

  • Milleproroghe per turismo e commercio: gli slittamenti previsti dal provvedimento regionale

  • Centinaia di imprese chiedono di restare aperte: la prefettura sospende le prime 184 per "attività non essenziale"

  • Sono 740 i positivi in provincia, Cesena piange la sesta vittima del Coronavirus

Torna su
CesenaToday è in caricamento