A Vasto la prima di quattro finali, Angelini: "Siamo pronti, remiamo tutti dalla stessa parte"

Il mister alla vigilia del delicato match con la Vastese: "Dobbiamo essere positivi, il 5 maggio tireremo le somme"

"Siamo pronti", esordisce così mister Angelini alla vigilia di Vastese-Cesena, quart'ultima giornata di un campionato ancora aperto e difficile. "Io non vedo tutti questi problemi, nelle ultime due partite ci sono stati episodi sfarevoli, un gol buono annullato, un rigore sbagliato, avversari che fanno gol al primo tiro - prosegue Angelini - sento meno entusiasmo intorno a noi. Il campionato lo vinciamo tutti insieme,  vince la città, non credo che qualcuno voglia autodistruggersi".

"Questo è il momento più difficile, - spiega il mister - ora si vede se l'ambiente è unito, vediamo il 5 maggio che risultato abbiamo raggiunto, ora bisogna stare vicini alla squadra, abbiamo ancora due punti di vantaggio. Nelle ultime due gare non abbiamo subito molto, forse prima creavamo un po' di più". Inevitabilmente il mister torna sul cambio Tonelli-Viscomi della sfida col Montegiorgio: "Non è vero che ho messo paura alla squadra, è da inizio anno che ogni partita per noi è praticamente attacco contro difesa, abbiamo sempre giocato per vincere. In quel frangente mi serviva un marcatore sulle palle inattive, perchè solo così potevano farci gol, come alla fine è stato. Ciofi era in affanno dal punto di vista fisico come tutta la squadra. Non ne avevamo più per fare il secondo gol, quindi ho messo un difensore di esperienza come Viscomi per dare solidità. Comunque in campo avevamo due attaccanti, sono sicuro di non aver messo paura alla squadra".

Poi si torna sulla Vastese: "Troveremo una squadra che si è tirata fuori dalla zona calda, tranne il Notaresco tutte le squadre si sono chiuse puntando sulle ripartenze, anche domenica sarà così. Si difenderanno a 5, conosco molti giocatori avversari, siamo il Cesena e tutti cercano il risultato della vita contro di noi". "Dobbiamo essere positivi - prosegue Angelini - credere nella squadra, nell'allenatore e nella società. A fine anno si tireranno le somme e eventualmente si troveranno le colpe. Anche senza Ricciardo abbiamo tre giocatori in attacco che possono fare male chiunque". La tesi è chiara: il mister non vede una squadra in crisi, anche se il Cesena non vince da quattro partite. "Remiamo tutti dalla stessa parte", conclude Angelini che sulla formazione svela: "Giocherà Biondini". Il Matelica sempre in scia a -2 dai bianconeri sarà impegnato in trasferta sul difficile campo della Recanatese.

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco come tenerle lontane

  • Due soluzioni per avere sopracciglia perfette

  • Invitata al matrimonio estivo? Ecco i consigli sull'abbigliamento ideale

  • Non solo Malatestiana: tutte le biblioteche di Cesena

I più letti della settimana

  • Alta concentrazione di batteri in acqua, scatta il divieto di balneazione

  • Trenta pecore sbranate dai lupi: "Abbiamo paura anche per la nostra sicurezza"

  • Camion a rimorchio si ribalta: "Ennesimo incidente, strada stretta e pericolosa"

  • Tenta di rubare un televisore, arrestato nel parcheggio: scatta anche la sospensione del reddito di cittadinanza

  • Ciclista investito, corsa in ospedale con un codice di massima gravità

  • Incendio al depuratore di Cesenatico subito domato. Il sindaco tranquillizza

Torna su
CesenaToday è in caricamento