Di Maio: "O governo di responsabilità o elezioni subito. No ad un nuovo Monti-Fornero"

Responsabilità nazionale di tutti i principali partiti e movimenti presenti in Parlamento o elezioni anticipate subito. E' la posizione che il parlamentare Marco Di Maio

Responsabilità nazionale di tutti i principali partiti e movimenti presenti in Parlamento o elezioni anticipate subito. E' la posizione che il parlamentare Marco Di Maio esprime sulla crisi politica che si è aperta dopo l'esito del referendum costituzionale di domenica scorsa e le dimissioni del presidente del consiglio, Matteo Renzi.

Bisogna scegliere cosa "si ritiene più utile all’Italia e non a questo o quel partito" scrive il giovane parlamentare nella sua newsletter settimanale sostenendo anche che "la riedizione di un governo tecnico nello stile di quello Monti-Fornero sarebbe alquanto negativa; lo sarebbe anche un governo che fosse sostenuto solo da PD; mentre un governo di responsabilità nazionale, in cui tutte le forze politiche principali del Paese ci mettono un po' del proprio, sarebbe utile. E forse anche un segnale apprezzabile".

Il punto, però, pare essere che non tutti i partiti che hanno sostenuto il No, a partire da Movimento 5 stelle e Lega Nord, siano disponibili ad assumersi questa responsabilità. "Non ci stanno? Non vogliono assumersi l’onore e l’onere di fare la propria parte per dare una mano all'Italia? - scrive ancora Marco Di Maio -. A quel punto rimane una sola scelta: le elezioni anticipate. Con la consapevolezza che, in ragione dell'esito del referendum, nei prossimi anni sarà di fatto impossibile andare verso una democrazia dell'alternanza, a vocazione maggioritaria, come in tanti avremmo voluto".
 
Da respingere in ogni modo, ribadisce Marco Di Maio, soluzioni diverse. "Una cosa è certa - conclude il parlamentare nella sua newsletter -: non possiamo permetterci mesi di stallo o governi che tirino a campare fino al febbraio del 2018 per garantire il posto a chi ha paura di perderlo o il vitalizio a chi, altrimenti, rischia di non maturare i requisiti per ottenerlo. Da troppi anni assistiamo a questo spettacolo e non possiamo permetterci di riviverlo per l’ennesima volta".  

Nel commento all'esito referendario di domenica scorsa, Marco Di Maio ringrazia "le tantissime persone che in maniera si sono impegnate in questa campagna referendaria, in entrambi gli schieramenti; ma mi sia consentito di rivolgere un ringraziamento particolare ai tantissimi con cui ho compiuto questo lungo percorso". E definisce il netto successo del Sì in Romagna, in particolare a Forlì e Cesena come "una magra consolazione, che non cancella l’amarezza per la sconfitta nazionale". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impressionante salto di carreggiata per un Tir in autostrada: brividi, feriti e code in A14

  • Porta un "Oktoberfest" a Cesena, dopo tanta 'cultura' in giro per l'Europa apre la birreria

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Superenalotto, la fortuna continua a baciare Savignano. Sfiorato il colpo milionario

  • Si cerca un nuovo proprietario per l'hotel, la base d'asta è 1,8 milioni di euro

  • Bloccarono i cancelli dell'azienda: "Per 14 lavoratori licenziamento definitivo, pronta la causa"

Torna su
CesenaToday è in caricamento