Davide Fabbri (Cesena in Comune): "Legalità e trasparenza saranno i miei cardini"

“Legalità e trasparenza saranno i cardini della nostra pratica amministrativa. Si punterà sulla trasparenza negli atti "

“Legalità e trasparenza saranno i cardini della nostra pratica amministrativa. Si punterà sulla trasparenza negli atti – a partire dal Bilancio del Comune – nelle decisioni e nelle procedure seguite. Consentirà ai cittadini che lo vorranno di avere un adeguato controllo sugli atti dell’amministrazione comunale e sul comportamento e le decisioni degli amministratori.  Tutto ciò che è pubblicabile, nei termini di legge, deve essere pubblicato. Sarà curata la massima puntualità nella pubblicazione degli atti e le modalità verranno migliorate per renderli più completi, comprensibili e più facilmente accessibili”: è il proposito di Davide Fabbri, candidato sindaco di “Cesena in Comune”.

“Contro radicamento e nuove infiltrazioni mafiose, criminalità, opacità. Gli investimenti nell’edilizia pubblica e privata rendono questo settore particolarmente ambito per la criminalità organizzata, come numerosi esempi italiani dimostrano. A sostegno della legalità occorre sorvegliare con cura e attivare ogni iniziativa utile per tenere infiltrazioni mafiose e criminalità lontane dalla nostra città, dai suoi cantieri, dalle sue attività commerciali; occorre assicurare ai cittadini un’opportuna assistenza anti-usura; occorre costruire mediante opportune iniziative educative non episodiche una cultura della legalità, a partire dalle scuole e dai dipendenti pubblici; occorre incentivare la pratica del whistleblowing, ossia della testimonianza da parte di un dipendente di illeciti o irregolarità sul luogo di lavoro, a partire dal Comune”, spiega. 

Ed ancora: “Bilancio in chiaro. Quanto costa a ogni cittadino pulire la strada davanti a casa sua? Quanto costa il servizio asili nido e quale parte viene coperta dalle tasse? Quanto incassa il Comune di Cesena ogni anno dalle multe per sosta vietata? Domande alle quali pochi cittadini sono probabilmente in grado di rispondere. Eppure fanno parte del grande interrogativo: “Il Comune come spende i nostri soldi?”. Occorre sperimentare una forma di comunicazione con i cittadini spiegando in modo accessibile la composizione del Bilancio comunale”.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in avanzata decomposizione ritrovato in una scarpata stradale

  • Vaga seminuda per strada in stato confusionale, la Polizia Locale risolve il 'mistero'

  • Rientra a casa e trova il rapinatore col coltello: "Io e te andiamo a prelevare". Lo salva il vigilante

  • Soccorso in stato di delirio, era in ospedale con la cocaina sotto la lingua: denunciato spacciatore

  • La 17enne cesenate Alessandra Rumieri è la nuova "Miss Mondo Rally"

  • S'intasca 150 euro per la rottamazione di una vecchia aspirapolvere: rappresentante nei guai per truffa

Torna su
CesenaToday è in caricamento