Giornate Fai di Primavera: a caccia di meraviglie e misteri nel cuore della città

Sabato 23 e domenica 24 marzo si scoprono le bellezza e la storia di Cesena, tra fastosi palazzi e l'antico ospedale. A Savignano si svela il restaurato Museo del Compito

Tornano anche quest’anno le Giornate FAI di Primavera, giunte alla ventisettesima edizione. 

I luoghi aperti dalla Delegazione FAI di Cesena, cercano quest’anno di raccontare diversi aspetti della fervente attività culturale che da sempre caratterizza il nostro territorio, volgendo lo sguardo non soltanto all’ambito storico artistico ma anche, per la prima volta, alla storia della sanità della città. Un racconto ricco di sfumature e approfondimenti che ha visto coinvolti ben quattro istituti superiori del territorio per un totale di 100 ragazzi. Un impegno straordinario, portato avanti grazie all’indispensabile supporto di docenti ed esperti appassionati, per rafforzare il legame delle nuove generazioni con il patrimonio culturale della città, per poi raccontare, attraverso i loro occhi, la bellezza che lo caratterizza. 

A Cesena, nel cuore del centro storico, sarà possibile visitare Palazzo Romagnoli, una delle più significative espressioni dell’architettura privata cittadina del XVIII secolo. Trasformato nel 1753 per volere del Marchese Michelangelo Romagnoli, conserva ancora oggi gli affreschi eseguiti da Giuseppe Milani e gli stucchi rococò dello scultore e plasticatore Francesco Callegari (1733-1801).
Saranno i giovani Apprendisti Ciceroni del Liceo Monti di Cesena, ad accompagnare i visitatori alla scoperta delle sale oggi appartenenti alle famiglie Trevisani e Porcelli (parte quest’ultima che osserverà orari ridotti). Una adesione, quella del Monti, che si conferma duratura e sempre in crescita grazie alla straordinaria dedizione e supporto delle professoresse Francesca Renzi e Stella Ricci.

All’insegna della scoperta dei palazzi del centro storico sarà anche la seconda apertura, il Palazzo del Ridotto. Cuore politico della città malatestiana, divenne nei secoli ritrovo per i nobili e nel 1791 fu dedicato al Papa cesenate Pio VI Braschi, che con la sua statua benedice la città. Un edificio che tutti conoscono ma di cui forse pochissimi conoscono la storia. Saranno allora gli Apprendisti Ciceroni della classe 4B del Liceo Ilaria Alpi di Cesena, seguiti dalle loro docenti Sabrina Pasqui e Gloria Scaioli, ad accompagnarvi in una appassionante visita guidata, che su richiesta potrà essere seguita anche in lingua inglese.

Infine, sempre a Cesena, eccezionale sarà l’apertura dell'edificio dell’Antico ospedale, oggi sede dell’ITT Pascal – Comandini. Qui i visitatori saranno accompagnati in un racconto avvincente, animato da copioni teatrali, interviste e allestimenti curati dai professori Elisa Venturi, Tiberio Tonetti e Elena Brandolini. Un percorso per rivivere i luoghi dove molti cesenati sono nati, cresciuti, o dove hanno operato per lungo tempo, come accadde al medico di fama internazionale Fabio Rivalta. Non conoscete la sua storia? Non sapevate che l’Ospedale Bufalini un tempo aveva sede qui, a due passi dalla stazione? Saranno i Ciceroni dell’istituto a raccontarvi le storie che questo meraviglioso luogo nasconde.

Per chi volesse invece spostarsi lungo l’antica Via Emilia, precisamente a Savignano sul Rubicone, sarà possibile visitare un luogo d’eccezione: il Museo del Compito, che si preparerà ad accogliere, dopo i restauri, i reperti provenienti da una delle scoperte archeologiche considerate tra le più importanti degli ultimi anni per l’Italia settentrionale. Nel frattempo un recente riallestimento ha regalato al Museo una nuova veste e saranno gli Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico Marie Curie di Savignano sul Rubicone, preparati dalle prof.ssa Ombretta Masini e dalla responsabile del Museo, Giorgia Grilli, ad accompagnare i visitatori in un percorso unico che comprendere il Museo, la pieve di San Giovanni e in via del tutto eccezionale, solo il sabato, anche le fornaci. La Delegazione FAI di Cesena ricorda che questo particolare luogo viene aperto grazie alla collaborazione con la Commissione Europea, partner della Giornata FAI, che con i suoi fondi ha contribuito al recupero e alla valorizzazione del bene.

Sarà inoltre proprio qui, al Museo del Compito di Savignano che saranno inaugurate ufficialmente le Giornate FAI di Primavera 2019. L’inaugurazione avrà inizio Venerdì 22 marzo alle ore 17:30.

Le visite del Fai

Palazzo Romagnoli (Contrada Uberti, 48 Cesena)                            
sabato 10:00-12:30 (dalle 11:00 alle 12:00 le visite saranno limitate al piano nobile e sarà impossibile accedere al piano primo) e 15:00-17:30
domenica 10:00-17:00  (dalle 12:00 alle 15:00 le visite saranno limitate al piano nobile e sarà impossibile accedere al piano primo)

Antico ospedale – sede ITT Pascal (Piazzale Macrelli, 100 Cesena)                    
sabato 14:30-18:00         
domenica 10:00-12:00, 14:30-18:00

Palazzo del Ridotto (Piazza Almerici, 12 Cesena)                            
sabato 10:00-12:30, 14:30-18:00         
domenica 10:00-18:00

Museo del Compito (Via S. Giovanni, 7 Savignano sul Rubicone)                    
sabato 10:00-18:00 (Nella giornata di sabato la visita al museo sarà arricchita dalla visita guidata alla pieve di San Giovanni e alle fornaci)
domenica 10:00-18:00 (Nella giornata di domenica, a partire dalle ore 11:15, la visita al museo sarà arricchita dalla visita guidata alla pieve di San Giovanni. Le fornaci saranno visitabili solo ed esclusivamente nella giornata di sabato)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Alessandro, da Roma per conquistare Cesena: "Testa calda? Sono schietto e non cambio per nessuno"

  • Cronaca

    Consegnano i pacchi per Amazon, gli autisti in presidio: "Vogliamo i soldi che ci spettano"

  • Cronaca

    Rocca Malatestiana, la nuova gestione si presenta: "Vogliamo darle un aspetto museale"

  • Politica

    Le interviste personali, Fabbri: "Se rompiballe significa ficcare il naso negli intrecci, sono fiero di esserlo"

I più letti della settimana

  • Una fuga di oltre 100 chilometri. L'edizione 2019 della Nove Colli è di Federico Colone

  • Volo di trenta metri nella scarpata e schianto contro un albero: è grave

  • Chiara Ferragni a San Mauro, in visita a un calzaturificio: "Romagna for the day"

  • Dopo il nevone anche l'alluvione, le 48 ore di Lucchi: "Ecco perchè si è evitata una tragedia"

  • Un boato per Giuseppe: la festa per l’ultimo arrivato chiude la 49esima Nove Colli

  • Un maggio 'invernale', tornano le temperature a picco e fa capolino la neve

Torna su
CesenaToday è in caricamento