A Sogliano la rassegna FuoriLuogo - certe cose succedono solo in dialetto

Nicoletta Fabbri (foto di Federica Giorgetti

Venerdì 11 marzo, alle ore 21.15, all'interno della rassegna teatrale FuoriLuogo - certe cose succedono solo in dialetto, dedicata alla lingua romagnola, Nicoletta Fabbri legge E viaz (Il viaggio), un racconto di Tonino Guerra.
L’appuntamento andrà in scena nella suggestiva cornice della Chiesetta del Suffragio situata proprio di fronte al Teatro Turroni, in centro storico a Sogliano (piazza Mazzini). Le musiche dal vivo sono di Paola Baldarelli (fisarmonica)
 
In dieci canti, scritti nel dolce e insieme aspro dialetto romagnolo, si dipana il racconto del viaggio di nozze a lungo atteso di una coppia di anziani che abita nel cuore della Valle del Marecchia. Rico e la Zaira non hanno mai visto il mare, che sta a trenta chilometri appena,  e a più di ottant’anni partono a piedi da Petrella Guidi per cercarlo. Lo sguardo lungo il cammino si posa sulle cose del passato che non hanno più casa al giorno d’oggi. Viaggiano attraverso il tempo, fino a ritrovarsi dentro un abbraccio nell’incanto di un mare di nebbia, capace di illuderli che quella strada non abbia fine.

 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • “Spartan Race”: la sfida è aperta. Due giorni di gare a Cesenatico

    • dal 30 al 31 maggio 2020
    • Parco di Levante e alcune spiagge del litorale
  • Fede ed eroismo: la presentazione del libro "Van Thuan. Libero tra le sbarre"

    • solo domani
    • Gratis
    • 26 maggio 2020
    • diretta su Zoom
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento