Nuovi contributi per le attività di commercio al dettaglio di alimenti e bevande

I contributi sono a supporto di iniziative predisposte da piccole e medie imprese, che esercitino attività al dettaglio in sede fissa ed attività di pubblico esercizio di somministrazione alimenti e bevande

Una nuova opportunità da parte della Regione Emilia-Romagna a favore delle attività commerciali al dettaglio e dei pubblici esercizi; l’obiettivo è di accrescere l’occupazione e l’attrattività dell’offerta turistica nel territorio. I contributi sono a supporto di iniziative predisposte da piccole e medie imprese, che esercitino attività al dettaglio in sede fissa ed attività di pubblico esercizio di somministrazione alimenti e bevande (la Regione ha definito l'elenco dei codici attività ammessi e non ammessi). Il progetto per il quale si presenta domanda, deve prevedere una spesa minima di 15mila euro e potrà comprendere: opere edili, murarie, impiantistiche, macchinari, attrezzature, arredi, dotazioni informatiche e realizzazioni di siti web ed e-commerce, servizi di consulenza e costi per la presentazione della domanda. Inoltre, è riconosciuto un contributo a fondo perduto pari al 40% della spesa ammessa (può aumentare fino al 55% in determinati casi), con tetto massimo di 30mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le domande devono essere presentate alla Regione per via telematica, all’interno di due distinte finestre (a seconda del periodo in cui effettuare gli investimenti): prima finestra dalle 10 del 18 febbraio alle 13 del 18 marzo; seconda finestra dalle 10 del 15 settembre alle 13 del 29 ottobre. In ciascuna finestra la Regione procederà alla chiusura anticipata, al raggiungimento di 150 domande presentate. Per eventuali informazioni e/o approfondimenti, rivolgersi agli specialisti di Cna Forlì-Cesena: Marco Laghi (telefono 0543 770108;email marco.laghi@cnafc.it), Laura Pedulli (telefono 0543 770175; email laura.pedulli@cnafc.it); e Massimo Grandi (telefono 0543 770218; email massimo.grandi@cnafc.it). 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

  • Fischietti di San Giovanni e mazzetti di lavanda, sarà una festa sobria ma ci sarà

  • Addio a Tinin Mantegazza, "Cesenatico perde un artista e un creativo incredibile"

  • Coronavirus, un nuovo caso di positività: quelli totali da inizio emergenza sono 783

Torna su
CesenaToday è in caricamento