Bronchi Combustibili compie cento anni di vita. Si rafforza il connubio con ExxonMobil

Oltre cento anni di attività nel settore dei combustibili e dei lubrificanti: all'epoca erano carbone e legna, ora sono carburanti, gpl, metano e lubrificanti di ultima generazione. E' l'evoluzione di un'azienda che a buon diritto si può definire "storica"

Foto Davide Sapone

Oltre cento anni di attività nel settore dei combustibili e dei lubrificanti: all’epoca erano carbone e legna, ora sono carburanti, gpl, metano e lubrificanti di ultima generazione. E’ l’evoluzione di un’azienda che a buon diritto si può definire “storica” e che ha accompagnato lo sviluppo del Paese, e della Romagna in particolare. La festa della Bronchi Combustibili, venerdì sera all’ippodromo di  Cesena, ha avuto un occhio rivolto a questo glorioso passato e un altro alle sfide del futuro, da affrontare con fiducia grazie al rapporto solido con un partner del calibro di ExxonMobil e grazie al forte radicamento sul territorio.

Come è ormai tradizione, circa 500 persone, tra partner, concessionari, clienti e fornitori e le rispettive famiglie, hanno affollato la suggestiva tensostruttura-ristorante dell’ippodromo del Savio e in una piacevole serata di fine estate, hanno festeggiato, prima di tutto tra amici, il forte sodalizio tra la ExxonMobil e i suoi “ambasciatori” in Romagna per i prodotti lubrificanti, un connubio di successo che va avanti da 24 anni, anche questo un traguardo che può definirsi “storico”.

E proprio riflettendo su questo rapporto, traccia un parallelo Oscar Scriva, Distributors Manager di ExxonMobil per l’Italia e i Balcani, presente alla serata di Cesena: “Entrambi abbiamo più di un secolo di storia, Bronchi Combustibili e noi, come eredi della Esso italiana. Dà orgoglio trovarsi assieme sul mercato, come una sorta di famiglia allargata, condividendo non solo energie, ma anche una stessa cultura e i medesimi valori”. Scriva allarga quindi il suo ragionamento all’attuale situazione dell’economia italiana, dal punto di vista privilegiato di chi può ben vedere se il Paese si rimette in moto, letteralmente, anche con i suoi veicoli: “Ci sono segnali di ripartenza. Non si tratta di un recupero forte dei livelli precedenti, ma notiamo segnali positivi, e per questo è ancora più decisivo, attraverso i nostri “ambasciatori” sui territori, come la Bronchi, raccogliere e sostenere questi segnali, mettendo assieme le esperienze”. ExxonMobil, da parte sua - conclude il manager della multinazionale - ha operato nell’ultimo anno, “sul fronte del marketing per rafforzare ancora di più la sua già forte identità sul mercato italiano, per esempio con una significativa partecipazione all’Autopromotec di Bologna, salone in cui la Bronchi aveva non a caso lo stand a fianco al nostro”.



Da otto anni ormai, Bronchi Combustibili incontra partner, clienti e concessionari nella rilassante cornice  di  una cena consumata tra avvincenti corse dei cavalli e scommettendo sulla sponsorizzazione di un serata all'ippodromo di Cesena: una formula che piace soprattutto ai tanti ospiti che ogni anno rinnovano la loro partecipazione. Per Guido Bronchi, direttore commerciale della Bronchi Combustibili, è anche l’occasione per tirare le somme dell’anno trascorso, fermarsi appena quanto basta per fare un bilancio che subito diventa la base di partenza per i progetti della stagione autunnale.

Con l’aggiunta, quest’anno, di una nota a margine da annunciare con orgoglio: il secolo e passa di vita della sua azienda: “Oltre cento anni di una tradizione imprenditoriale, che partì dal mio bisnonno, sull’Appennino tosco-romagnolo, a Badia Prataglia in particolare, che iniziò a dedicarsi al commercio di legna e carbone, le energie dell’epoca. Poi dal 1928 siamo presenti nel territorio di Forlì-Cesena, evolvendoci e accompagnando in Romagna lo sviluppo delle energie”. Insomma, se si è riusciti a vivere per un periodo così lungo è perché si è sempre stati in grado di individuare e scommettere sull’innovazione. La tradizione, per altro, non si interrompe: “Proprio in questo periodo, mio figlio, che ha 19 anni, inizia l’università nell’area di studi della nostra attività, per portare nuove competenze e prepararci alle prossime sfide dello sviluppo delle energie”.

La Bronchi Combustibili, leader nazionale nel settore dei carburanti e competente su Romagna e Marche per i lubrificanti, con sede a Bertinoro e a Forlì, ha sostenuto la serata di venerdì all’ippodromo del Savio, intitolata con tutte le sue otto corse, al “Premio Bronchi Combustibili 100 anni”, un forte sostegno al mondo dell’ippica e a questo suggestivo angolo di Romagna e di Cesena.

Potrebbe interessarti

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

  • Aperitivi all'aperto a Cesena: ecco la top 5

  • Controllo caldaie, le informazioni su pulizia e controlli fumi

  • I 5 segreti della tintarella perfetta

I più letti della settimana

  • Non rientra a casa: i familiari lo trovano in un campo sotto un trattore senza vita

  • Eleganza sui banchi del mercato, con il figlio la tradizione continua anche in negozio

  • Lattuca alza il sipario sulla nuova giunta: ecco la squadra dei suoi assessori

  • Violento scontro auto-moto sulla via Emilia: padre e figlio finiscono a terra

  • Ciclista investito, corsa in ospedale con un codice di massima gravità

  • "Notte del Liscio" movimentata: cercano di salire sul palco, poi calci e pugni ai Carabinieri

Torna su
CesenaToday è in caricamento