Ambulanti, parte la 'maratona' di Natale: "Sul canone premiato impegno di Confcommercio"

"Ancora una volta l’impegno e la serietà della Fiva Confcommercio a livello nazionale, regionale e territoriale sono stati premiati, con grandi benefici per i commercianti"

Ambulanti, parte la maratona di Natale e arrivano buone notizie sui canoni per l'occupazione di suolo pubblico. Le domeniche 8, 15 e 22 dicembre si terranno i mercati straordinari di Natale in piazza del Popolo e viale Mazzoni (250 ambulanti) fino a sera, a cui farà seguito il 12 gennaio la festa domenicale del saldo con i banchi dalle 98 alle 20.

"Ancora una volta l’impegno e la serietà della Fiva Confcommercio a livello nazionale, regionale e territoriale sono stati premiati, con grandi benefici per gli imprenditori commerciali su aree pubbliche. Dal 2021 il canone che gli ambulanti pagano per l’occupazione su suolo pubblico si verserà su base oraria, con un abbattimento tra il 30% e il 40% degli importi pagati dagli operatori dei mercati. È quanto concordato tra il Viceministro dell’Economia.Laura Castelli, e i rappresentanti di categoria degli ambulanti fra cui il nostro presidente Errico, nel corso dell’incontro sulle modifiche da apportare alla norma del disegno di legge di bilancio che istituisce dal 2021 il nuovotributo, sostitutivo dell’attuale tassazione sull’occupazione di aree e spazi pubblici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il canone sugli ambulanti - rimarca il presidente Fiva cesenate e territoriale Alverio Andreoli - sarà completamente riscritto prevedendo la possibilità di frazionare gli importi su base oraria fino a un massimo prestabilito che dovrebbe aggirarsi intorno alle 9-10 ore al giorno. Il viceministro si è confrontato anche sul rinnovo delle concessioni per il commercio su aree pubbliche e ha rassicurato gli operatori informandoli che verificherà la possibilità di uno slittamento dei termini per l’invio telematico dei corrispettivi e quindi per l’obbligo dei registratori di cassa. Questi interventi, ha rimarcato sempre il viceministro Castelli sono parte integrante di una riforma di più ampio respiro per dare dignità e sicurezza all’occupazione e al lavoro degli imprenditori dei mercati locali. Questo è l’obiettivo che si prefigge ogni giorno Fiva Confcommercio nella sua attività a favore delle imprese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenda nel parcheggio del Bufalini, Cesena tra le prime città a sperimentare i tamponi "drive-through"

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • San Cristoforo piange l'ultima vittima del Coronavirus: "Era socievole e attivo nel volontariato"

  • Cresce il 'focolaio' nella casa di riposo, 15 contagiati. "Guarito un agente della Polizia Locale"

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

  • Una 'maschera' che agevola la comunicazione tra sanitari e pazienti: l'intuizione dell'azienda

Torna su
CesenaToday è in caricamento