Li incontra per vendere un'auto: ma viene rapita e violentata per ore

L'hanno trovata a Gambettola in un'abitazione del centro, sotto le lenzuola. Tremolante, stremata, terrorizzata. Dopo essere stata violentata a ripetizione per ore.

L'hanno trovata a Gambettola in un'abitazione del centro, sotto le lenzuola. Tremolante, stremata, terrorizzata. Dopo essere stata violentata a ripetizione per ore. Una storia terribile iniziata lunedì scorso a Forlì e terminata in uno dei modi peggiori proprio a Gambettola. Lei, una giovane ballerina marocchina, aveva incontrato un gruppo di marocchini convinta di dover vendere la propria auto. In realtà, si è praticamente consegnata nella mani dei delinquenti che, invece, l'avrebbero stuprata per ore e ore.

"L'HANNO RAPITA" - Erano circa le 4 del mattino di lunedì quando il ragazzo della giovane, un forlivese di 29 anni, si è presentato ai Carabinieri dicendo che la sua ragazza era stata rapita. Era riuscito a saperlo grazie agli sms inviatigli proprio dalla giovane, attraverso un cellulare che i rapitori non erano riusciti a trovarle.

LA VENDITA DELL'AUTO - La ragazza era stata adescata da un amico di origine marocchina di vecchia data che, nella trattativa per l'auto, l'aveva convinta a salire insieme al fratello su una Fiat Punto bianca. I tre si sono così diretti verso Gambettola. Scesi dall'auto, i due, di 27 e 31 anni, hanno chiesto alla ballerina di fermarsi per cena ma la giovane ha rifiutato. E' a quel punto che il 27enne ha estratto un coltello con il quale ha minacciato la giovane.

LE VIOLENZE - La ragazza è così stata costretta a dirigersi in un appartamento in centro a Gambettola dove ad attendere i due fratelli e la malcapitata c'erano altri due marocchini. E' a quel punto che scatta la violenza sessuale, sempre secondo il racconto della vittima ai Carabinieri. La ragazza era però riuscita a scrivere degli sms al suo ragazzo e i Carabinieri, scoperto tramite la geolocalizzazione il punto esatto dal quale provenivano quei messaggini, sono riusciti ad individuare l'appartamento delle violenze. Hanno fatto irruzione ed hanno trovato i marocchini tra le mura di casa, e la ragazza ancora sotto le lenzuola, terrorizzata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GLI ARRESTI - Per i quattro fratelli è scattato l'arresto per il reato di violenza privata. Il giudice del tribunale di Forlì martedì mattina ha convalidato il fermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Il bar è in regola ma la segnalazione per l'allargamento fa infuriare i titolari: "Ci fermiamo"

  • In funzione da lunedì, ecco dove saranno i 3 T-Red: "Per ridurre gli incidenti negli incroci pericolosi"

  • Dopo il lockdown il bar non riapre più: "A queste condizioni non possiamo andare avanti"

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

  • Drammatico schianto nella notte sull'A14: perde la vita un cinquantenne

Torna su
CesenaToday è in caricamento