L'azienda dona 100mila euro alla Protezione civile e assicura i dipendenti contro il Covid

Parte dell’ammontare (100mila euro) sono destinati al dipartimento della Protezione Civile Italiana per gli interventi più urgenti sul nostro territorio.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Smurfit Kappa, leader mondiale nel settore del packaging a base carta, ha deciso di mettere a disposizione dei Paesi in cui opera la cifra di 1,5 milioni di euro con la quale supportare la battaglia contro il Covid-19 e contribuire finanziariamente alle spese sanitarie e all’acquisto di attrezzature per far fronte all’emergenza.

Parte dell’ammontare – 100mila euro – sono destinati al dipartimento della Protezione Civile Italiana per gli interventi più urgenti sul nostro territorio. A questa cifra si aggiungeranno i fondi raccolti spontaneamente dai dipendenti italiani anche tramite ore di ferie e permessi arretrati, somma che sarà poi raddoppiata dall’azienda. Oltre alla donazione, Smurfit Kappa Italia ha stipulato nelle scorse settimane con Generali una polizza assicurativa specifica a favore dei 2.000 dipendenti che lavorano nei 26 stabilimenti diffusi sul territorio italiano. Iniziativa che si aggiunge a tutte le misure messe in atto fin dall’inizio dell’emergenza: presidi di protezione, sanificazione degli ambienti, rispetto delle distanze minime nell’esecuzione delle attività lavorative, smart working. La polizza prevede un pacchetto di garanzie e servizi per la tutela di chiunque contragga il virus Covid-19 e debba essere di conseguenza ospedalizzato. Si tratta di una serie di coperture che, ovviamente, si spera di non dover mai attivare, ma che nell’eventualità potranno rappresentare un supporto pratico e significativo per chiunque si dovesse sfortunatamente trovare in quelle condizioni.

“La nostra priorità è garantire la massima sicurezza dei nostri dipendenti continuando nello stesso tempo a essere operativi in conformità con le disposizioni governative e per non far mancare il nostro supporto al Paese – commenta Gianluca Castellini, CEO di Smurfit Kappa Italia -. E’ per me e per tutti i nostri dipendenti motivo di orgoglio sapere che, se le merci possono viaggiare e se gli scaffali dei supermercati continuano a essere riforniti con tutti i prodotti di prima necessità, è anche grazie al ruolo essenziale della carta e del cartone ondulato che produciamo e degli imballaggi che forniamo ai nostri clienti, quindi frutto del lavoro nostro e dei fornitori che continuano a supportarci in questo difficile momento".

Torna su
CesenaToday è in caricamento