Rubicone, 720 ore di lavoro straordinario con "Spiagge Sicure": "Venditori abusivi scomparsi"

La Polizia Municipale dell’Unione Rubicone e Mare ha ottenuto 44mila euro dallo Stato per vigilare sul litorale

Nuove misure per fronteggiare l'abusivismo commerciale. E' quanto prevede per l'area del Rubicone il piano "Spiagge Sicure". La Polizia Municipale dell’Unione Rubicone e Mare ha ottenuto 44mila euro dallo Stato per vigilare sul litorale. Già sono significativi i risultati ottenuti dall'Unità Anidegrado in servizio nei territori dei Comuni di Gatteo, Savignano Sul Rubicone, Sogliano al Rubicone, Borghi e Roncofreddo. Il progetto “Spiagge sicure - Estate 2018”, prevede un plafond da 2.500mila euro dal "Fondo unico giustizia" che il Ministero dell’Interno ha destinato ai 54 comuni rivieraschi che hanno presentato progetti idonei in ambito di sicurezza e contrasto all'abusivismo commerciale.

Lo scorso 9 agosto, in Prefettura a Forlì, è stato formalmente sottoscritto il protocollo d’intesa con il prefetto Fulvio Rocco De Marinis. “Spiagge Sicure - ricorda il sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone - è un progetto voluto espressamente dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Sono 54 comuni rivieraschi che hanno beneficiato del finanziamento per un totale di 2 milioni e mezzo in ambito nazionale. Siamo soddisfatti per i risultati immediati ottenuti: innanzitutto per l’incremento di 187 agenti,  51 in più solo in Emilia Romagna. In Emilia Romagna, oltre al Comune di Gatteo, gli altri Comuni sono: Cesenatico, Cervia, Bellaria-Igea Marina, Cattolica, Riccione e Comacchio".

"C’è stato un lavoro straordinario e sul piano del contrasto: sono stati contestati 701 illeciti amministrativi e sequestrati 29.740 prodotti per un valore di 4.800 euro - continua Morrone -. Vorrei inoltre, sottolineare che il fenomeno dell’abusivismo commerciale è cambiato e non si tratta del singolo venditore che vende l’accendino in spiaggia, ma dietro agisce la criminalità organizzata. Quindi, grazie a questo progetto è stato sferrato un duro colpo alla criminalità organizzata. Inoltre, questa misura ha dato riscontro positivo per la sicurezza in tutto il territorio emiliano romagnolo: il dato complessivo rileva che è stata disposta l’assunzione a tempo determinato di 51 agenti di polizia locale, sono state inoltre assegnate 1466 ore di lavoro straordinario e sono stati acquistati mezzi e attrezzature per un importo di circa 141 mila euro. Per il futuro ci auguriamo di incrementare il numero dei Comuni”.

"Desidero ringraziare il Governo per questo concreto sostegno alle azioni che nel nostro territorio già da anni rappresentano una priorità assoluta - evidenzia il sindaco di Gatteo, Gianluca Vincenzi -. Per noi il contrasto a tali forme di illeciti costituisce la principale forma di intervento diretto che le amministrazione possano mettere in campo a tutela delle nostre imprese e dei nostri turisti, in quanto è risaputo da tutti che gli incauti acquisti di articoli proposti da venditori abusivi molto spesso producono seri danni, oltre che all’economia locale, anche alla salute delle persone, a causa dei materiali utilizzati altamente nocivi. Tali risorse ci hanno consentito, inoltre, di liberare il personale dell’unità antidegrado che ha potuto così operare nell’entroterra nella repressione di diffusi fenomeni di microcriminalità, con risultati veramente apprezzabili. La presenza a Gatteo del sottosegretario Morrone è per noi motivo di grande orgoglio ed ennesimo riconoscimento della bontà dei risultati da noi ottenuti e dei progetti presentati, oltre alla conferma che sempre di più serve vicinanza e collaborazione tra la politica nazionale e gli enti locali".

Dalla Prefettura, attraverso Michele Truppi, evidenziano invece "quanto questo progetto testimoni in modo concreto la collaborazione fattiva tra le istituzioni". "Sebbene si tratti di fondi destinati solo alle località costiere, l’avere un comando di Polizia locale che riunisce cinque Comuni su un territorio così vasto e diversificato ci permette di estendere i benefici di ‘Spiagge sicure’ all’intera attività della nostra Pm - sottolinea il presidente dell’Unione Rubicone e Mare, Filippo Giovannini -. Una nuova auto per i servizi in borghese, più disponibilità di personale per i pattugliamenti notturni, campagne informative mirate. La Polizia locale è chiamata a svolgere compiti assai diversificati e delicati: queste attività di prossimità, così legate al territorio e alla sua comunità, sono efficaci solo quando la squadra di operatori professionisti che se ne occupa sa mettersi in ascolto e captare le esigenze di attenzione e sicurezza della popolazione stessa".

Per Piero Mussoni, assessore alla Polizia Municipale dell’Unione Rubicone e Mare, "i fondi stanziati dal Ministero vanno nella direzione che la Polizia municipale dell’Unione Rubicone e Mare aveva già intrapreso fin dalla primavera 2017: contrasto all’abusivismo commerciale, lotta al degrado e grande attenzione alla sicurezza urbana. Un’esigenza espressa dalle nostre comunità, che continuano a vedere nella Polizia locale un’alleata per la corretta e serena convivenza urbana. Al contempo il Comando è stato chiamato ad affrontare altre nuove sfide con le stringenti misure di sicurezza stabilite dalla Prefettura in occasione dei tanti eventi ospitati sul nostro territorio: giusto quindi che i Comandi più efficienti ricevano riconoscimenti e sostegni concreti a fronte di un impegno così gravoso".

Le misure

Il comandante della Polizia Municipale, Alessandro Scarpellini, illustra nel dettaglio le misure previste dal protocollo d’intesa sottoscritto ed i risultati sul fronte operativo dei servizi resi e dei risultati raggiunti dall’unità antidegrado. "C'è stato un aumento del presidio dell’arenile di Gatteo Mare, per la prevenzione e il contrasto all’abusivismo commerciale, mediante utilizzo di 720 ore di lavoro straordinario - spiega Scarpellini -. La spiaggia di Gatteo Mare era già stata bonificata negli anni scorsi ed era presidiata, per il mantenimento della situazione, con l’impiego degli agenti del “Nucleo antidegrado”. L’utilizzo di lavoro in straordinario, specialmente con l’impiego degli agenti delle altre aliquote, ha permesso non solo di garantire la continuità del pattugliamento tutti i giorni, mattina e pomeriggio, festivi compresi, ma anche di dirottare gli agenti dell’antidegrado su servizi serali e notturni o a rinforzo per il presidio delle manifestazioni e degli eventi sul territorio".

"In particolare - aggiorna il comandante della Municipale - sono stati così possibili l’utilizzo degli agenti per la “copertura” di un evento a San Giovanni in Galilea (2 unità); lo svolgimento di sette servizi serali mirati, che hanno consentito il sequestro di una ventina di articoli venduti da venditori abusivi (2) nelle strade di Gatteo Mare, nonché la denuncia a piede libero di 2 spacciatori trovati in flagranza (di cui uno assieme ai Carabinieri di Savignano sul Rubicone in occasione di un servizio congiunto, nel quale sono state altresì ritirate due patenti per guida in stato di ebbrezza); e lo svolgimento di un servizio notturno mirato di polizia stradale, effettuato a Savignano sul Rubicone, in occasione del quale sono state ritirate 5 patenti per guida in stato di ebbrezza. Nel contempo, in spiaggia il lavoro straordinario ha prodotto,in modo decrescente (a riprova del forte effetto deterrente prodotto nei confronti dei venditori, che di fatto sono sostanzialmente scomparsi), la contestazione di 31 illeciti (dato al 22 agosto) e il sequestro di oltre 6.000 articoli venduti in modo abusivo".

"Vi è stato anche l'acquisto di un’autovettura per servizi “in borghese” - ricorda -. L’attività di contrasto all’abusivismo e, più in generale, di prevenzione e repressione del degrado, può essere efficacemente condotta con l’impiego di agenti in borghese. Attualmente, la Polizia Locale dell’Unione Rubicone e Mare non dispone di veicoli privi di insegne di istituto, con l’acquisto di una vettura più idonea, si potrà migliorare l’efficienza del servizio. Si è proceduto inoltre a campagne mirate di informazione e sensibilizzazione dirette alla depressione della domanda di acquisto da venditori abusivi. Si tratta di un’attività qualificante, prevista nelle linee di indirizzo del bando ministeriale, che si sta conducendo assieme alla soc. Iscom Servizi, che ha messo a punto un questionario per il rilevamento delle motivazioni all’acquisto da parte dei turisti. All’esito verranno “tarati” messaggi da diffondere sia con mezzi più tradizionali (come poster, brochure, volantini) da distribuire negli stabilimenti balneari, nelle strutture ricettive, nei pubblici esercizi e nelle animazioni, sia con mezzi più innovativi, come i social network".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento