homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ricostruito tessuto con trapianto autologo di pelle a bimbo di un anno

E' stato eseguito con successo venerdì mattina l'intervento chirurgico programmato per il bambino albanese di poco più di un anno ricoverato mercoledì scorso

E’ stato eseguito con successo venerdì mattina l’intervento chirurgico programmato per il bambino albanese di poco più di un anno ricoverato mercoledì scorso al Centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Bufalini di Cesena. In sala operatoria l’équipe diretta dal dottor Davide Melandri ha provveduto a rimuovere la cicatrice ipertrofica e retraente che bloccava il braccio destro del piccolo Klevin, impedendogli i movimenti a livello del gomito.

La ricostruzione del tessuto è avvenuta tramite trapianto autologo di pelle, vale a dire utilizzando una porzione di cute prelevata dal paziente stesso: una soluzione che permette di evitare rigetti nella parte curata e garantisce una veloce ricrescita della pelle nella parte del corpo utilizzata per il prelievo. Ora il bimbo, seguito in collaborazione con le unità operative di Pediatria e di Terapia Intensiva Pediatrica e Neonatale dell’Ausl di Cesena, rimarrà all’ospedale Bufalini alcuni giorni, il tempo necessario al consolidamento degli innesti e a effettuare i primi trattamenti fisioterapici.

 L’operazione umanitaria è stata attivata dall’Ausl di Cesena e autorizzata dall'Assessorato alla Sanità della Regione Emilia Romagna, grazie all’interessamento della Caritas di Lezha (Albania) e dell’Ospedale della Solidarietà Associazione San Martino della Caritas Diocesana di Terni, Narni e Amelia, che si sono fatte carico delle spese di viaggio, della Caritas di Cesena e dell’Associazione San Vincenzo De Paoli - Consiglio Centrale di Cesena che ha garantito l’accoglienza e il soggiorno della madre e del piccolo durante tutta la loro permanenza a Cesena.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Partiti i nostri volontari di protezione civile. Collette nel mondo dello sport

    • Cronaca

      Terremoto, il cuore di albergatori e camping: "Posti disponibili gratis"

    • Cronaca

      Terremoto, nella notte evacuato il grattacielo: 150 persone in strada

    • Cronaca

      Oltre mille persone per dare il tristissimo addio a Tommy - LE FOTO

    I più letti della settimana

    • Forte scossa di terremoto nel cuore della notte: la Romagna si sveglia di soprassalto

    • Si tuffa dalla cima della cascata e non riemerge: muore a soli 17 anni

    • Lo sgomento di Borello: "Thomas, oggi un nuovo Angelo". Fatale l'impatto con la roccia

    • Trattore sbanda ed "entra" in una casa: tragedia sfiorata, miracolati due giovani

    • Terremoto, nella notte evacuato il grattacielo: 150 persone in strada

    • In moto la macchina dei soccorsi: mezzi speciali e squadre partiti da Forlì-Cesena

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento