Progetto Tre piazze, Patrignani: "Il commercio costituisce l'ossatura del centro antico"

Sul nuovo assetto urbanistico del centro interviene anche il presidente di Confcommercio, Corrado Augusto Patrignani.

"Ogni progetto di riqualificazione del centro storico deve avere l'obiettivo di valorizzare il tessuto urbano puntando sulle peculiarità e le funzioni dell'area di città interessata e in questo senso in centro storico convivono e sono peculiari due marcate caratteristiche: quelle commerciale e culturale, da cui scaturisce anche la valenza turistica e di richiamo ricettivo". Sul nuovo assetto urbanistico del centro interviene anche il presidente di Confcommercio, Corrado Augusto Patrignani.

"I progetti, pertanto, debbono tenere conto di questi aspetti distintivi dando maggior peso e valore alla spina dorsale del cuore antico - afferma Patrignani -. Il commercio, in particolare,  costituisce l'ossatura del centro antico, storicamente: un segno identitario della città. Ecco allora che ogni atto progettuale non dovrà prescindere da questa considerazione, pena lo snaturamento urbanistico dei luoghi su cui si interviene. Questo vale anche per le tre piazze attorno alle quali sorgono attività commerciali estese e di pregio, alcune con storie pluridecennali in alcuni casi che, del centro storico, costituiscono un punto di forza. Inglobarle dentro isole non è esattamente il modo migliore per dare loro la dovuta importanza".

"Salvaguardare l'identità commerciale e turistica  del centro significa dunque  fare progettazione salvaguardando la fruibilità di questi luoghi e la piena accessibilità e optando per soluzioni urbanistiche che rendano più attrattivo il commercio - continua il presidente di Confcommercio -. Ogni intervento che tendesse a creare un centro museo da visitare partirebbe da una premessa sbagliata. Il centro deve essere "da vivere" con la massima apertura a tutti i fruitori, di ogni età, liberi di raggiungerlo col mezzo più congeniale. Ben vengano soluzioni di arredo urbano efficaci e tematizzate, ma ha ragione chi sostiene che i progetti devono anche un'anima, l'anima del luogo su cui si procede con la riqualificazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le Tre piazze sono anche un luogo del commercio cittadino, oltre che della cultura avendovi sede il nostro gioiello malatestiano - conclude -. Insigni urbanisti italiani ed europei sostengono che micropedonalizzazioni del centro in aree vocate costituiscono soluzioni equilibrate ed efficaci per coniugare le varie esigenze di accesso e portare in centro quello che dovrebbe essere il fine di ogni intervento progettuale: flussi di vita e non cartoline da contemplare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

  • Agro-alimentare, il Gruppo Amadori cede Fattoria Apulia: l'operazione 

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

Torna su
CesenaToday è in caricamento