"Mangiare sano e muoversi giocando", il progetto arriva nelle scuole

"L’iniziativa  è  destinata ad asili, scuole elementari e medie inferiori perché è importante far conoscere sin dalla primissima età i corretti stili di vita”

E’ arrivato all’11° edizione il programma che ARRT (Associazione romagnola ricerca tumori) mette a disposizione gratuitamente nelle scuole del territorio. All’interno di “Io gioco d’anticipo”, il progetto per le scuole  comprende “A scuola di vita” (per elementari e medie)  e “Draghetto mangiabene” (per gli asili) sulla sana e corretta alimentazione. Con “ Gioco e movimento” (per asili ed elementari) si tende a stimolare un sano sviluppo fisico attraverso il gioco. 

Il presidente Franco Urbini evidenzia che “l’iniziativa  è  destinata ad asili, scuole elementari e medie inferiori perché è importante far conoscere sin dalla primissima età i corretti stili di vita”. Partners  ARRT del progetto su alimentazione Annalisa Bertozzi, coordinatrice, Kalina Koleva, psicologa e psicoterapeuta, Marilena Gorini, laureata in psicologia e Chiara Mantengoli, biologa nutrizionista. Circa l’iniziativa sull’alimentazione ARRT ha la collaborazione dell’ASL Romagna, settore Educazione alla Salute, ed è inserita nei progetti regionali. “Il cibo è in contemporanea nutrimento e cultura e per tutti si rende necessario selezionare le proprie abitudini”. 

Il progetto parte dalla messa a punto con l’ASL Romagna degli argomenti da trattare e prosegue con una riunione preliminare con gli insegnanti. Si sviluppa attraverso incontri con le singole classi: due per elementari e medie, tre per gli asili, durante i quali si utilizzano anche semi, frutta e verdura, cartelloni e slide. Gli insegnanti partecipano alle lezioni insieme ai ragazzi. Alla fine in un incontro con i genitori di ogni classe si illustra il lavoro fatto coi figli e si consegnano i libretti con i vari argomenti trattati.

Durante l’anno saranno poi gli insegnanti ad approfondire e continuare con i ragazzi gli argomenti trattati. “Gioco movimento”, a cui ha collaborato Giancarlo Biasini già primario pediatra all’Ospedale Bufalini, è destinato gratuitamente ad asili ed elementari e tende all’armonia del corpo attraverso il gioco. E’ realizzato per ARRT da Ivana Donadel e Mara Fullin della Nuova Virtus Cesena insieme con insegnanti qualificati. Tre lezioni per ogni classe e due momenti di gioco - sport: uno a metà anno scolastico e l’altro alla fine, per tutti i bambini insieme ai genitori. Gli scolari complessivamente coinvolti nel progetto sono oltre 18.000. Nel corrente anno scolastico per l’alimentazione: 1.370 ragazzi e 61 classi (asili, elementari e medi), mentre per gioco e movimento 2.605 bambini e 116 classi (asili ed elementari). Un ringraziamento per l’importante sostegno a Centrale del latte Cesena, Citrus, e Panathlon Cesena, aziende che portano avanti sani progetti per la salute e il movimento-sport. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • La stradina di campagna è stretta, il camion resta 'incagliato': arriva la Polizia Locale

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • Scomparsa nel nulla nel 2000, pena confermata in Appello: 20 anni all'ex marito

  • Rapina in un supermercato di Cesena: armato di un cutter obbliga la cassiera a consegnare l'incasso

Torna su
CesenaToday è in caricamento