E45, Baccini replica a Pompignoli: "Fatevi vivi, emergenza non ha colori politici"

Il sindaco di Bagno di Romagna: "La nostra richiesta parte dalla constatazione di ricevere scarsissimo interessamento su un’emergenza così grave"

Il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini interviene sulla replica del consigliere regionale Massimiliano Pompignoli, che aveva risposto con toni molto duri alla lettera con la quale i Sindaci dell’Unione Valle Savio chiedevano un impegno più concreto a consiglieri regionali e parlamentari del territorio.

"Una richiesta, la nostra, - esordisce Baccini - che ha mosso dalla constatazione di ricevere scarsissimo interessamento su un’emergenza così grave e ampia, reso ancor più evidente dalla mancata partecipazione al tavolo di confronto pubblico che si è tenuto a San Piero in Bagno il 13 aprile scorso. Mancanza di interesse confermata non solo dall’assenza di Pompignoli e altri suoi colleghi, ma dal fatto di non aver neppure ricevuto un cenno di riscontro alle varie missive ed all’invito che avevamo rivolto a tutte le Istituzioni coinvolte".
"Il riscontro – prosegue Baccini – è invece arrivato in pieno stile 'Pompignoli', ovvero con un bell’attacco sui giornali".

“Qui a Bagno di Romagna Pompignoli lo conosciamo dalle foto sui giornali. Ma siamo certi che per logiche legate alle campagna elettorale, invece, saprà materializzarsi”.

"Mentre Pompignoli denuncia la passerella elettorale del tavolo di confronto, peraltro, dimentica almeno due cose. La prima e la più scontata, è che un Sindaco, finché è Sindaco, deve tutelare i diritti e gli interessi dei propri cittadini, in particolar modo a fronte di emergenze. La seconda, più complicata per chi non si è mai interessato della questione E45, che al Tavolo di confronto partecipano Sindaci di diverse regioni, Associazioni e rappresentanze di diversi colori politici, nella maturità e lealtà di riconoscere che a fronte di emergenze così gravi si possono superare i colori politici e unirsi e lavorare insieme per l’interesse delle comunità".

Attacca Baccini: "Maturità e lealtà che non vedo invece in chi interviene a “bomba” su una colonia felina, con tutto il rispetto che deve avere, mentre diventa quasi invisibile per una emergenza come quella della E45".

"In ogni caso, avvicinandosi alla Pasqua, sono così preoccupato e impegnato per la questione della E45 che invito ancora Pompignoli ed i suoi colleghi, così come tutti i parlamentari locali, a farsi vivi e collaborare fattivamente per risolvere il più rapidamente possibile la questione. L’ultima volta che ho sentito i parlamentari, infatti, è stato per sospendere la manifestazione del 16 febbraio. Poi li ho visti solo sui giornali".
"Se ha dubbi su eventuali blocchi della strada, - conclude il sindaco di Bagno di Romagna - ricordoo che non facciamo altro che raccogliere la provocazione dell’onorevole Jacopo Morrone al Puleto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in campagna, finisce sotto le ruote del trattore: muore un agricoltore

  • Rientra a casa e trova il rapinatore col coltello: "Io e te andiamo a prelevare". Lo salva il vigilante

  • Ladri scatenati nella notte, le telecamere riprendono la 'banda' dei camioncini da lavoro

  • Le temperature calano a picco: in arrivo vento e temporali: l'allerta meteo

  • Temporali violenti nella notte, il fulmine sfiora la casa: "Spavento e danni nella mia camera"

  • Camion in fiamme sulla E45, domato l'incendio: strada chiusa in direzione sud

Torna su
CesenaToday è in caricamento