Dopo il maltempo il Comune ringrazia la Protezione Civile: "Abbiamo dimostrato grande capacità di reazione"

Il popolo della Protezione Civile cesenate e delle zone limitrofe si è riunito per ricevere i ringraziamenti dell'amministrazione per l'opera prestata durante la piena del fiume Savio

Il grande popolo della Protezione Civile cesenate e delle zone limitrofe, volontari e professionisti del soccorso, si è riunito sabato nella sala del consiglio comunale a Palazzo Albornoz per ricevere i ringraziamenti dell'amministrazione per l'opera prestata durante la piena del fiume Savio il 13 e il 14 maggio scorso. Dalle mani del sindaco Paolo Lucchi e dell'assessora all'ambiente Francesca Lucchi hanno ricevuto ciascuno un attestato a riconoscimento dell'impegno profuso che ha fatto si di limitare i danni, ma, è questA è la cosa più importante, di mettere in salvo chi era in pericolo evitando perdite umane.

“Non ho parole per ringraziare tutti gli operatori e le loro organizzazioni – dice l'assessora Francesca Lucchi - che a fronte di un evento imprevedibile hanno fatto in modo di essere in campo in tempo brevissimo, permettendo di tamponare subito i danni e riportare alla normalità la città in poco tempo. A loro vorrei aggiungere i molti cittadini che a monte e a valle di Cesena hanno sacrificato il loro tempo monitorando gli argini e permettendoci di intervenire con tempestività per evitare danni maggiori e dimostrando una grande solidarietà”.

Tanti gli enti interessati che nei due giorni hanno dato senza risparmio la loro opera: Gruppo Alpini, Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Municipale, operatori comunali, gruppo comunale di protezione civile, Croce Rossa Italiana, Vigili del Fuoco, Avs (Alta Val Marecchia), il Servizio Tecnico di Bacino, Hera, le ditte private intervenute. Per loro le parole di Paolo Carini, dirigente operativo del comune e Maurizio Fantini, coordinatore della protezione civile comunale: “L'emergenza è partita alle 2.30 del 13 maggio – hanno commentato i dirigenti – ed è terminata alle 18 del giorno dopo. Tutti hanno operato con celerità, competenza, coraggio senza badare alla stanchezza. Abbiamo rilevato qualche manchevolezza, superata al momento dall'impegno, che colmeremo per le future operazioni d'emergenza, possiamo dire di essere stati una grande squadra”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I media ci hanno costantemente seguito – ha detto il sindaco Paolo Lucchi – Abbiamo dimostrato all'Italia una grande capacità di reazione frutto della versatilità di tante persone che, pur provenendo da ambiti diversi e con differenti competenze, hanno saputo fare squadra per il bene comune come già capitò per il 'nevone' di sette anni fa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • In funzione da lunedì, ecco dove saranno i 3 T-Red: "Per ridurre gli incidenti negli incroci pericolosi"

  • Dopo il lockdown il bar non riapre più: "A queste condizioni non possiamo andare avanti"

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

Torna su
CesenaToday è in caricamento