Dopo decenni si ritrovano nella piccola frazione: una domenica all'insegna delle radici famigliari

Un incontro all'insegna delle radici famigliari. Per la prima volta, nella parrocchia ubicata sui monti sovrastanti Sarsina, si è svolto un ritrovo tra i parrocchiani partiti e quelli rimasti

Una esperienza davvero bella, quella che domenica si è svolta a San Martino in Appozzo. Un incontro all'insegna delle radici famigliari. Per la prima volta, nella parrocchia ubicata sui monti sovrastanti Sarsina, si è svolto un ritrovo tra i parrocchiani partiti e quelli rimasti. 210 persone, dopo aver celebrato la messa con l'attuale parroco don Renato Serra, hanno pranzato insieme sotto il tendone a fianco della chiesa. Un esperimento, quello di domenica, che ha dato i suoi frutti: tanta gente si è ritrovata dopo decenni, diversi dei quali abitano ora a Sarsina, a Cesena, o in altre città della Romagna, emigrati in cerca di una vita meno agreste.

Quaranta sono rimasti nella piccola frazione fatta di case sparse, che si sviluppa dalla sponda del fiume Savio fino alla frazione di "Tivo", confinante con la parrocchia di Monteriolo. Nei primi anni '50 la parrocchia contava ben 500 persone e vi erano presenti tre scuole: ad Appozzo, a Bonsignano, a Casalecchio. Il parroco don Vittorio Morosi, che ha guidato la comunità dal 1950 al 2007, aveva creato una sorta di diario giornaliero dove annotava tutto quello che capitava nella parrocchia, a partire dal tempo che si era avuto nella giornata, dai terreni che venivano venduti, dall'acquisto della prima televisione, continuando con i fatti che succedevano tipo la partenza di una famiglia che emigrava a valle. Purtroppo il manoscritto, formato da tanti volumi, è andato perduto dopo la morte del sacerdote. "Confidiamo che, chi ne fosse in possesso, avesse il buon cuore di restituire questo prezioso documento che fotografa la vita di mezzo secolo della comunità", afferma don Daniele Bosi.

Dai parenti, l'allora seminarista don Daniele ha recuperato filmini super 8 riguardanti gite o momenti di comunità, e numerose foto d'epoca. Molte di queste, nella festa di domenica, sono state stampate su carta in grande formato e appese, attirando la curiosità di tutti, raffigurando immagini dei primi anni '50. Don Daniele ha chiesto ai presenti di scrivere sulle foto i nomi delle persone ritratte, in modo da avere ottimo materiale per l'eventuale creazione di un libro sulla parrocchia. San Martino ha dato i natali a tre preti ancora viventi: don Renzo Marini già parroco di Sarsina, don Giovanni Beltrami già parroco di San Damiano, don Alberto Fusai già parroco di Mercato Saraceno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una passione grande per il Cesena, Savignano piange il suo barista: "Un tifoso vero"

  • Sospetta overdose, un 41enne trovato senza vita in un casolare di campagna

  • Violento scontro tra l'utilitaria e il camion, una ferita grave sull'E45

  • Autoerotismo in giro per la città: 15enne nei guai, diverse donne spaventate

  • Schianto tra due auto in galleria nel cantiere in E45: un ferito grave

  • Scontro all'incrocio, un'auto si cappotta e l'altra finisce contro il palo: tre feriti

Torna su
CesenaToday è in caricamento