Bilancio, welfare e legalità: patto tra Comune di Cesenatico e sindacati

Sono otto i punti del protocollo tra i quali amministrazione e sindacati dialogheranno

Alla vigilia dell’approvazione del bilancio 2018/2020 l'amministrazione comunale di Cesenatico e le organizzazioni sindacali confederali del territorio rafforzano il rapporto di collaborazione. Venerdì mattinaè stato siglato in Municipio un protocollo d'intesa che stabilisce le relazioni fra le parti, indicando principali temi di confronto e le modalità di attuazione. Alla firma del documento per il Comune di Cesenatico erano presenti il sindaco Matteo Gozzoli, il vicesindaco Mauro Gasperini, l'assessore ai Servizi alla Persona Stefano Tappi e l’assessore al bilancio Roberto Amaducci, mentre in rappresentanza delle organizzazioni sindacali erano presenti Silla Bucci per la Cgil e Marco Morellini (Spi Cgil), Filippo Pieri per la Cisl e Laura Faedi (Cisl Fp), Marcello Borghetti per la Uil.

"La firma del protocollo di intesa tra Comune e Sindacati rappresenta un passaggio importante in un percorso già avviato dalla nostra Amministrazione per la condivisione e il confronto sugli aspetti strategici delle politiche comunali, partendo dal bilancio, passando per il welfare, la legalità fino alle linee di indirizzo sull’importante tema dello sviluppo del territorio”, commenta il sindaco Gozzoli. Sono otto i punti del protocollo tra i quali amministrazione e sindacati dialogheranno: processo amministrativo, riordino Istituzionale, Finanza e tributi locali, Welfare locale, Società pubbliche o partecipate, lavoro, appalti, legalità, sviluppo del territorio e sistemi della mobilità, confronto preventivo sulle linee di indirizzo.

“Siamo soddisfatti di questo risultato - affermano Silla Bucci per la Cgil, Filippo Pieri per la Cisl e Marcello Borghetti per la Uil - perché il Comune di Cesenatico ha riconosciuto l’importanza del confronto con chi rappresenta una buona parte dei suoi cittadini, con l’obiettivo di trovare soluzioni che diano risposte ai bisogni della comunità. In questo modo si riprende un metodo di partecipazione attiva che negli anni ha dato buoni risultati nei comuni delle province romagnole e negli ultimi tempi anche a livello regionale con la firma tra la Regione Emilia-Romagna e i sindacati regionali del Patto per il lavoro e il Patto per la legalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Cerca l'incontro consensuale, ma trova all'improvviso la pretesa di soldi per sesso: denunciato estorsore

  • Sospetta overdose, un 41enne trovato senza vita in un casolare di campagna

  • Violento scontro tra l'utilitaria e il camion, una ferita grave sull'E45

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

Torna su
CesenaToday è in caricamento